NAPOLI – “Pochi minuti fa ho firmato l’ordinanza che prevede il divieto di ogni forma di aggregazione e o riunioni, al chiuso e all’aperto, anche connesse ad eventi celebrativi, che si svolgano in forma di corteo e comunque non in forma statica. Le stesse saranno limitate a familiari stretti, Chiusura immediata e fino a data da destinarsi, del Cimitero salvo apertura per operazioni indifferibili come la tumulazione dei defunti. Sospensione di tutte le attività didattiche in presenza per le scuole di ogni ordine e grado fino a data da destinarsi. Sospensione del mercato settimanale e chiusura e divieto assoluto di accesso a parchi e giardini pubblici. Inoltre sospensione delle attività di circoli ludici e ricreativi. Tali provvedimenti sono frutto di un confronto maturato con tutte le forze politiche di maggioranza e di opposizione, che ringrazio. Poco fa è terminata la riunione con loro svoltasi con modalità a distanza. Ho esposto loro la situazione, ho ascoltato ed abbiamo condiviso queste scelte”. Lo ha annunciato ora, Salvatore Di Sarno, sindaco di Somma Vesuviana nel napoletano.

“Questa mattina – ha concluso Di Sarno – abbiamo avuto comunicazione dall’Asl di altri 90 nuovi positivi nelle ultime 24 ore. Attualmente la situazione è la seguente: con 310 positivi attivi mentre 2 giorni fa ne avevamo 224. Abbiamo messo 600 persone in sorveglianza sanitaria. Il totale dei positivi dall’inizio della pandemia supera i 400 casi, mentre 5 sono state le persone decedute. Ho scritto al Prefetto di Napoli chiedendo nuovamente con forza l’aumento di Forze dell’Ordine sul territorio in coordinamento con la Polizia Municipale ed ho scritto anche al Presidente della Regione Campania e all’Unità di Crisi per chiedere l’istituzione a Somma Vesuviana di un presidio fisso dell’Unità Speciale di Continuità Assistenziale al fine di monitorare anche le persone che sono in quarantena. Chiedo alla popolazione di limitare le uscite solo a ciò che è necessario. Alla luce di questi eventi continuo a dire che la decisione di chiudere le scuole, tutte le scuole, assunta da me di concerto con i dirigenti scolastici ed adottata 20 giorni fa è stata giusta, in quanto il problema non solo le scuole ma quello che si è fatto negli ambienti familiari. In questo modo abbiamo evitato che molti altri nostri studenti si ammalassero di Covid per contagi provenienti dall’ambiente extrascolastico”.

Il forte appello alle persone positive a non uscire di casa!

“Ne usciamo solo con la collaborazione di – ha concluso Di Sarno – e ci sarà tolleranza zero nei confronti di tutti cittadini che non rispetteranno le norme di sicurezza sanitaria. Rinnovo un forte e chiaro appello a tutti coloro i quali sono positivi, a coloro i quali sono in isolamento ed ai familiari conviventi a non uscire di casa per nessuna ragione. State a casa!”.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments