NAPOLI – Questa mattina, alla presenza dell’Assessore Alessandra Clemente, si è svolto un sopralluogo ai lavori eseguiti nell’ambito del progetto di Riqualificazione urbanistica e ambientale di via Ferraris, via Brecce a Sant’Erasmo, via Gianturco e via Nuova delle Brecce prima della riconsegna alla città delle aree.
I lavori sono stati realizzati nell’ambito del Programma Operativo Complementare 2014-2020 in un più ampio progetto di riqualificazione di tutta Napoli Est. L’investimento effettuato, pari a circa 13.5 milioni di euro, ha permesso la riqualificazione integrale di:
– via Galileo Ferraris, nel tratto compreso tra via Benedetto Brin e via Ferrante Imparato
– via Emanuele Gianturco, nel tratto da via Taddeo da Sessa e via Galileo Ferraris
– via Nuova delle Brecce
– via Brecce a Sant’Erasmo, da via Ferraris a via Reggia di Portici.
Sono stati riqualificati circa 2 chilometri e mezzo di strade, con realizzazione di nuove pavimentazioni (in conglomerato bituminoso ad elevata aderenza, anche in sostituzione dei sanpietrini esistenti), della segnaletica e dei relativi marciapiedi. Sono state realizzate piste ciclabili per più di 1 chilometro, da connettersi con i futuri interventi di riqualificazione di Napoli Est. Sono state inserite alberature, aree verde e nuovi arredi. Sono stati adeguati i sottoservizi comunali: rete idrica, rete fognaria e sistema di drenaggio delle acque meteoriche di superficie. È stata rifatta l’illuminazione stradale, con nuovi impianti ad alta efficienza con lampade a LED.
Sono inoltre state realizzate 2 nuove rotatorie (una all’intersezione di via Ferraris e via Gianturco, l’altra all’intersezione di via Gianturco e via Taddeo da Sessa) con l’intento di migliorare la sicurezza delle intersezioni e migliorare la circolazione stradale. Sono stati inoltre riqualificati due sottopassi ferroviari.
Il cantiere è stato completamente smobilitato e nei prossimi giorni le opere verranno restituite all’ordinaria gestione comunale per il pieno godimento di tutti i cittadini.

<< L'impegno per il quartiere di Gianturco, per i suoi abitanti e per le attività economiche che li insistono – commenta l’Assessore Clemente – consiste nella riqualificazione della vecchia zona industriale in area di servizi, residenza e socialità. Oggi abbiamo terminato un pezzo importante di questo lavoro e sono in avanzato stato di programmazione gli interventi per via Traccia a Poggioreale, per via Miraglia, per via Marino di Caramanico e per via Comunale del Macello. Le nuove rotatorie hanno il pregio anche di diminuire il traffico e gli ingorghi che sempre hanno appensantito la circolazione in quell'area. Nel periodo della prima emergenza sanitaria, con la collaborazione di R.F.I. abbiamo aperto la stazione Traccia della Linea 2 della Metropolitana ed il relativo sottopasso di collegamento tra via Imparato e i Rioni Ascarelli e Luzzatti, a vantaggio dell’accessibilità di questi ultimi. In questi giorni verrà cantierizzato, nell’ambito di un altro appalto, il tratto di via Ferraris fino a Corso Lucci.>>

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments