origami

POZZUOLI – Fino al 23 marzo 2019, dalle ore 10 alle ore 19, nella sede del Polo Culturale di Pozzuoli (Palazzo Toledo, via Ragnisco, 29) ci sarà la mostra “Origami dal Mare”, una collezione di «racconti fatti a mano» a cura dell’artista puteolana Sara De Salsi e ispirata ad un brano de “La Tempesta” di William Shakespeare: il Canto di Ariele.

Per mezzo di carte pregiate e materiali di recupero, l’installazione riproduce l’ambiente acquatico in cui viene accolto il corpo del Mago Prospero, raccontandone la trasmutazione “in qualcosa di ricco e strano” sotto forma di perle, corallo e carta.

«Il Canto di Ariele – spiega Sara De Salsi – è un brano denso di significati profondi, capace di contenere un messaggio eterno e necessario a chiunque.

La canzone serve allo spirito dell’aria per persuadere Ferdinando a credere morto annegato suo padre Alonso Re di Napoli, mettendo in scena la metamorfosi non di un essere vivente in un altro di natura diversa, ma quella di un corpo inanimato, senza vita, che si trasforma in qualcosa di straordinario grazie al potere del mare.

Dal canto suo, anche l’Origami – l’antica Arte giapponese di piegare la Carta – implica una trasformazione: un foglio di carta, per mezzo di maestria e dedizione, può assumere infinite forme diverse. Unire l’Origami al passo del dramma shakespeariano rafforza un concetto per me fondamentale: se si hanno occhi per guardare, la bellezza è ovunque. Anche negli abissi dell’anima»

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments