IMG-20160405-WA0010

POZZUOLI– “I risultati delle analisi delle acque arriveranno nei prossimi giorni ma i controlli dell’Arpac al lago d’Averno hanno escluso che le macchie marroni e maleodoranti che ci erano state segnalate dai cittadini siano legate a fonti di inquinamento, probabilmente, per i tecnici dell’Arpac, si tratta di alghe”.Lo ha detto il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, che, ieri, su sollecitazione del capogruppo dei Verdi nel Consiglio comunale di Pozzuoli, Paolo Tozzi, e del consigliere comunale Maurizio Orsi a cui si erano rivolti alcuni cittadini, aveva chiesto all’Arpac di controllare cosa stesse succedendo.

“Fortunatamente non si tratta di inquinamento, ma di un fenomeno naturale, resta, però, la necessità di una maggiore tutela del lago che merita anche una maggiore valorizzazione” ha aggiunto Borrelli per il quale “il lago potrebbe essere anche un volano di crescita e sviluppo per tutta l’area flegrea se fossero sfruttate tutte le potenzialità che offre”.“La prima cosa da fare è evitare che sia inquinato ecco perché ho chiesto al commissario dell’Arpac, Vasaturo, di controllare immediatamente la qualità dell’acqua” ha concluso Borrelli ringraziando Vasaturo e i tecnici Arpac per la velocità con cui sono andati sul posto a verificare quanto era stato segnalato da decine di cittadini di Pozzuoli e dintorni.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments