PROCIDA- “Dal Tar è arrivata una prima risposta alle proteste e alle richieste di quanti credono che sia sbagliato chiudere o ridimensionare drasticamente il pronto soccorso dell’ospedale di Procida mettendo a rischio la vita degli isolani e delle migliaia di turisti che affollano l’isola, soprattutto nel periodo estivo, ma non solo”.

Lo ha detto il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, componente della Commissione sanità che, sin da quando è stato deciso la chiusura del pronto soccorso così come è, s’è detto contrario alla scelta del commissario Polimeni.“Il commissario si trova a dover gestire una situazione molto difficile e bisogna necessariamente tagliare le spese, ma non si può ridurre il servizio di pronto soccorso su un’isola” ha aggiunto Borrelli per il quale “la prima assistenza su un’isola è l’ultimo dei servizi che devono essere tagliati perché è l’unica possibilità che si ha a disposizione per salvare vite umane”.“Ora, dopo la decisione del Tar, si lavori tutti insieme per trovare una soluzione che permetta di mantenere aperto, così com’è, il pronto soccorso di Procida” ha concluso Borrelli.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments