SACCHETTI

POZZUOLI – “Signora lei è una cafona! Lasci nome e cognome e la querelo! Si vergogni lei e i suoi antenati!”. Botta e risposta a Pozzuoli questa mattina tra il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca e una manifestante che partecipava all’inaugurazione del nuovo reparto di Urologia dell’Ospedale Santa Maria delle Grazie.

Momenti di tensione si sono registrati quando un gruppo composto da una trentina di manifestanti appartenenti al centro sociale “Insurgencia” ha fatto irruzione nell’ospedale interrompendo la cerimonia di inaugurazione lanciando dei sacchetti di spazzatura contro il governatore Vincenzo De Luca e le altre autorità presenti sul palco, tra cui il sindaco Vincenzo Figliolia. I manifestanti sono stati allontanati dagli agenti della Polizia di Stato dei commissariati di Pozzuoli e Giugliano in Campania. Sul posto sono stati inviati anche i reparti mobili di Polizia e dei Carabinieri. 

«Ci sono modi e luoghi per manifestare dissenso. L’aggressione a Vincenzo De Luca di stamane all’ospedale Santa Maria delle Grazie di Pozzuoli non tiene conto né degli uni né degli altri. Certamente esiste una sofferenza ed è giusto che questa venga espressa, l’aggressione verbale e in parte fisica è però indegna di una democrazia che si definisca tale». Questo il commento di Bruno Zuccarelli, segretario regionale Anaao Assome, rispetto alla dura contestazione di stamane nei confronti del governatore. «Non entro nel merito di quanto gridato da quel gruppetto di manifestanti – aggiunge Zuccarelli – ma non è certo quello un modo democratico di esprimere il proprio dissenso. Attenzione anche alle strumentalizzazioni politiche che a pochi giorni dalle elezioni sembrano non lasciare fuori neanche il tema della salute dei cittadini. L’ho sempre detto e lo dico ancora: facciamo che le questioni politiche non strumentalizzino la sofferenza alturi».

 

VIDEO

 

https://www.youtube.com/watch?v=C7I5IhCyFoo

http://video.corrieredelmezzogiorno.corriere.it/pozzuoli-sacchetti-immondizia-contro-de-luca-lui-signora-si-vergogni-lei-tutti-suoi-antenati/05729eb6-1c7d-11e8-aee0-858a008731ea 

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments