NAPOLI – Notte in bianco nei campi flegrei a causa di uno sciame sismico che ha tenuto sul chi va là la popolazione.

8 almeno gli eventi sismici percepiti dalla popolazione.

La scossa più forte registrata è stata di 1,9 scala Ritcher registrata alle 4.08 a una profondità di 2km. Poco prima un altra scossa alle 2.05 di magnitudo 1,1 scala Ritcher.

A percepire nitidamente le scosse precedute da boati, soprattutto gli abitanti di via Pisciarelli e di Pozzuoli alta.

Stando ai dati dal 29 marzo al 4 aprile nella zona si sono verificati 49 terremoti tutti di bassissima magnitudo. Inoltre, la velocità media del bradisismo da settembre 2020 è di 13 millimetri al mese.

In considerazione della vicinanza degli eventi sismici all’area idrotermale di Pisciarelli l’amministrazione di Pozzuoli sottolinea alla cittadinanza il divieto di avvicinarsi alle aree di emissione di fluidi di per il pericolo di emissioni di fango ad alta temperatura. Maggiori informazioni sui fenomeni in atto e sull’evoluzione del bradisismo di sollevamento che sta interessando da diversi decenni il territorio comunale, possono essere trovate sul sito dell’Osservatorio Vesuviano–INGV (http://www.ov.ingv.it/ov/).

Si ricorda alla popolazione che dal 2012 il Dipartimento Nazionale di Protezione ha elevato il livello di allerta vulcanica dei Campi Flegrei da verde (base) a gialla (attenzione). L’innalzamento del livello di allerta ha comportato il rafforzamento del monitoraggio scientifico e delle attività di pianificazione e prevenzione.

In considerazione di quanto sopra esposto l’Amministrazione Comunale, insieme alla Protezione Civile del Comune di Pozzuoli, segue da vicino l’evolversi dello sciame sismico e fornirà successivi aggiornamenti fino a conclusione del fenomeno in atto.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments