POZZUOLI – Una scossa di terremoto di magnitudo 2.2 della scala Ricther è stata registrata la scorsa notte alle 4,13 con profondità di 2 chilometri.

L’evento, legato al bradisismo flegreo, ha avuto epicentro in mare al largo di via Napoli tra il Rione Terra di Pozzuoli ed il quartiere napoletano di Bagnoli.

La scossa è stata preceduta da un boato ed è stata avvertita da gran parte della popolazione.

Nella giornata di ieri si era registrata una scossa di 0,7 di magnitudo con epicentro nella conca di Agnano. Eventi significativi nell’area flegrea non venivano avvertiti distintamente dalla popolazione dallo scorso 24 gennaio, allorchè uno sciame sismico con l’evento maggiore di magnitudo 1,0 aveva interessato l’area flegrea.

Si ricorda alla popolazione che dal 2012 il Dipartimento Nazionale di Protezione ha elevato il livello di allerta vulcanica dei Campi Flegrei da verde (base) a gialla (attenzione). L’innalzamento del livello di allerta ha comportato il rafforzamento del monitoraggio scientifico e delle attività di pianificazione e prevenzione. Si sottolinea che l’Amministrazione Comunale insieme all’ufficio di Protezione Civile del Comune di Pozzuoli segue in tempo reale l’evolversi dei fenomeni in raccordo con l’Osservatorio Vesuviano per garantire alla cittadinanza un completo aggiornamento sulle dinamiche in corso.

Si informa, inoltre, che al fine di promuovere un’ampia riflessione sullo stato dei Campi Flegrei ai massimi livelli scientifici e tenere aggiornata la cittadinanza sul fenomeno del bradisismo e sulle azioni di prevenzione messe in campo, su richiesta di questa Amministrazione il Dipartimento di Protezione Civile ha organizzato per mercoledì 10 febbraio, una conferenza alla quale parteciperanno, tra gli altri, il Capo Dipartimento della Protezione Civile Angelo Borrelli, la Regione Campania e i responsabili dei Centri di Competenza. La riunione sarà trasmessa in diretta streaming sulla pagina facebook del Comune di Pozzuoli.(ANSA).

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments