polizia-municipale1

POZZUOLI – Un trentottenne di Scampia è stato arrestato nella tarda serata di eri dopo aver aggredito e colpito con un pugno un agente della polizia municipale di Pozzuoli. Il fatto è avvenuto poco dopo le 23:30 al corso Umberto, sul lungomare della città, dove l’uomo aveva ricevuto un verbale per aver parcheggiato nella ztl su un posto auto riservato ai disabili. Dopo aver chiesto, all’agente intervenuto, di annullargli la contravvenzione perché “altrimenti sarebbe andato a prenderlo fino a casa!”, il trentottenne ha aggredito prima fisicamente il vigile sferrandogli un pugno al volto e poi è scappato. Allertate le altre pattuglie in zona, l’uomo è stato bloccato poco dopo sul lungomare, dove aveva raggiunto la moglie e i tre figli. Risultato recidivo per essere stato già condannato per oltraggio a pubblico ufficiale, è ora agli arresti domiciliari su disposizione del magistrato di turno. L’agente colpito è stato accompagnato in ospedale ed ha avuto tre giorni di prognosi per una forte contusione al volto.

Dura la condanna del sindaco Vincenzo Figliolia: “E’ stato un atto di violenza assurdo e deprecabile, compiuto ai danni di un agente che svolgeva il proprio dovere. Questo balordo non solo aveva tolto il posto auto ad una persona disabile, fatto di per sé odioso e da condannare senza esitazioni, ma si è reso protagonista di un’arrogante azione ai danni degli agenti che lo avevano multato pretendendo che gli si togliesse il verbale. Fortunatamente è stato bloccato e arrestato. Al vigile aggredito va tutta la mia solidarietà. Ogni giorno, soprattutto nei fine settimana, gli agenti della polizia municipale svolgono con impegno e abnegazione il loro dovere pur tra tante difficoltà e bisognerebbe solo ringraziarli per quanto fanno per la città”.

Il presidente del Consiglio comunale di Pozzuoli Luigi Manzoni e tutti i componenti dell’assemblea cittadina esprimono la loro solidarietà all’agente di polizia municipale aggredito e colpito con un pugno nella tarda serata di ieri sul lungomare della città mentre sanzionava un automobilista che aveva parcheggiato nella ztl in uno stallo di sosta riservato ai disabili: “Condanniamo duramente quanto accaduto – sostengono i rappresentanti del Consiglio comunale – È un atto grave e vergognoso quello compiuto ai danni di un vigile intento a svolgere il suo dovere. Siamo indignati. Purtroppo non è la prima volta che gli agenti vengono aggrediti, anche verbalmente, solo perché sono impegnati a far rispettare le regole. Ci auguriamo che simili episodi non si verifichino più e che l’uomo arrestato riceva una punizione esemplare”.

“E’ inaccettabile dover ancora una volta constatare che chi tenta di fare il proprio dovere debba essere minacciato e aggredito. Dura condanna per l’automobilista che non solo ha violato il divieto della Ztl del Corso Umberto, ma ha anche parcheggiato sul lungomare in un posto riservato a disabili. I poliziotti municipali che stavano elevando la sanzione e provvedendo alla rimozione con carro attrezzi sono stati aggrediti dall’automobilista, che avrebbe prima urlato “togliete questa multa o vi schiatto la testa” e poi avrebbe aggredito uno dei due poliziotti causandogli delle contusioni al volto che lo terranno fermo per 3 giorni. Ormai siamo nel far west dove ognuno crede di poter fare il proprio comodo senza rispettare le leggi”, lo ha dichiarato il Consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli dei Verdi.

“La mia solidarietà ai vigili che hanno subito la violenta aggressione e una ferma condanna per tutti coloro che credono di poter intimidire chi tenta di far rispettare l’ordine pubblico. Sono lieto che il delinquente responsabile di questa’aggressione sia agli arresti domiciliari in attesa di essere processato per direttissima’, conclude Borrelli.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments