7.9 C
Napoli

Pozzuoli e Bacoli unite nel calcio: nasce il Rione Terra Sibilla

-

POZZUOLI – Pozzuoli e Bacoli unite nel calcio: nasce il Rione Terra Sibilla nuova squadra del campionato ‘Promozione’ presentata oggi dai sindaci dei due comuni flegrei, dal presidente campano della Lega Nazionale dilettanti e dal promotore della fusione Sergio Di Bonito, fondatore e presidente del Rione terra club che e’ arrivato al ventesimo anno di vita.

“Unire due città accomunate da storia e cultura attraverso il calcio.

E’ su queste basi che è nato il progetto Rione Terra calcio Sibilla, la prima squadra che rappresenterà i comuni di Bacoli e Pozzuoli” e’ il messaggio lanciato da Josi Gerardo Della Ragione, primo cittadino di Bacoli con Luigi Manzoni neoeletto a Pozzuoli ed il presidente della LND Campania, Carmine Zigarelli. La squadra giocherà le partite interne allo stadio comunale di Bacoli “Tony Chiovato” e sulle maglie da gioco figurerà proprio l’immagine del Rione Terra avvolto con il simbolo della Sibilla. “Si mettono insieme la passione e l’energia di un progetto quasi centenario della città di Bacoli con un progetto lungimirante che arriva da Pozzuoli – ha spiegato il sindaco Della Ragione – ed unire idealmente il Rione Terra e il Castello di Baia con il campo di calcio Chiovato che si trova alle sue pendici in cui ci sono i resti dell’antica rocca è una cosa meravigliosa che riesce a coniugare le bellezze archeologiche, sociali, sportive e culturali di questi due territori”. “Facciamo camminare insieme due città confinanti, perché il calcio deve significare unione, passione e rispetto. Dopo venti anni di attività abbiamo aperto a questo sodalizio e oggi ci poniamo l’obiettivo di raggiungere il campionato di Eccellenza” ha spiegato il presidente Di Bonito.
L’unione delle due squadre ha ricevuto il plauso del presidente Zigarelli: “Questo sodalizio dimostra la crescita e la maturità di una società che è riuscita ad unire due città. La grande opera sociale di questi presidenti va supportata dalle varie amministrazioni che devono fare squadra e comprendere che c’è bisogno dell’impiantistica sportiva”. (ANSA).

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x