BACOLI – “Due pescatori si sono imbattuti in una tartaruga in grosse difficoltà in quanto gran parte del suo corpo era imbrigliato in una rete e delle lenze. Una lunga lenza utilizzata per la pesca illegale di tonni e pesce spada, abbandonata in mare da disonesti predatori, incuranti della minaccia che simili comportamenti possano costituire per le creature che popolano i nostri mari. La tartaruga è stata liberata dalla rete che le avvolgeva anche la testa ed è stata restituita al mare pur essendo purtroppo ferita. Un gesto ammirevole quello dei due pescatori che non hanno esitato a liberare la tartaruga dalla morsa che la imprigionava, ma in questi casi è opportuno rivolgersi anche alla Capitaneria di porto affinchè alle creature marine in difficoltà e ferite come la tartaruga in questione possano essere garantite tutte le cure necessarie per restituirle al loro mondo in piena efficienza. Chi va per mare rispetti l’habitat sottomarino, ai pescatori di frodo che puntualmente violano tutte le normative vigenti siano inflitti controlli e multe severe ”. Lo ha detto Francesco Emilio Borrelli, consigliere regionale di Europa Verde che ha ricevuto il video da un cittadino di Bacoli.

https://www.facebook.com/francescoemilio.borrelli/videos/409668920326564

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments