PROCIDA – Un panel interamente dedicato a “Procida Innova”, una delle azioni fondamentali del dossier della Capitale italiana della cultura 2022, e al ripensamento strategico del rapporto tra cultura e innovazione, è previsto all’interno della sesta edizione 2021 di Innovation Village, il network sull’innovazione in programma il 6 e 7 maggio. L’evento, interamente digitale (info www.innovationvillage.it; per partecipare è necessario iscriversi), è promosso da Knowledge for Business con Sviluppo Campania, Enea – Enterprise Europe Network e TecUp, in collaborazione con Regione Campania e affronterà temi come economia circolare e innovazione sostenibile, industrie culturali e creative, Industria 4.0 e Salute e benessere.

Procida 2022 sarà, in particolare, protagonista del panel previsto per venerdì 7 maggio (ore 11-13), moderato da Francesca Cocco (Responsabile Progettazione Ricerca e Sviluppo Knowledge for Business). All’introduzione del direttore di Procida Capitale Italiana della Cultura 2022, Agostino Riitano, faranno seguito due focus specifici. Il primo, dedicato alla dimensione mediterranea delle imprese culturali e creative, prevede gli interventi di Antonio Parlati, presidente della Sezione “Industria Culturale e Creativa” dell’Unione Industriali Napoli, Luigi Mascilli Migliorini (Università degli Studi di Napoli L’Orientale, Coordinatore scientifico L’Impresa Culturale nel Mediterraneo), Giulia D’Argenio (giornalista e coordinatore operativo L’Impresa Culturale nel Mediterraneo), Francesco Bifulco e Daniela Savy (Università degli Studi di Napoli Federico II), Vittorio Fresa (Invitalia), Francesco Izzo (Università degli Studi della Campania Luigi Vanvitelli), Paola Dubini (Coordinatrice Gruppo di Lavoro Cultura per lo sviluppo sostenibile ASviS).
Il secondo focus, dedicato al digitale come nuovo orizzonte di senso in ambito culturale, prevede gli interventi di Amleto Picerno Ceraso (Founder Medaarch),Enrico Vellante (Founder 012 Factory), Pierluigi Rippa (Delegato Università degli Studi di Napoli Federico II per StartCup Campania 2021) e Giorgio Ventre (Direttore del Dipartimento di Ingegneria Elettrica e delle Tecnologie dell’Informazione dell’Università degli Studi di Napoli Federico II).

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments