PIGNATARO MAGGIORE – Un record senza precedenti: a Pignataro Maggiore, in provincia di Caserta, in occasione della XIX edizione della Sagra degli Antichi Sapori sono stati raccolti ben 32mila euro che saranno devoluti al finanziamento del progetto “Acqua Fonte di Vita” dell’AMU (www.amu.it) mediante il quale sarà costruito un acquedotto a Ruyigi in Burundi.

Migliaia di persone hanno partecipato alla cinque giorni dedicati al cibo (col trionfo dei sapori e profumi della tradizione dell’Agro Caleno) che si è tradotta anche in una eccezionale gara di solidarietà a sostegno della popolazione in Burundi garantendogli l’approvvigionamento idrico.

Infatti, i proventi della manifestazione contribuiranno a finanziare il progetto “Acqua Fonte di Vita” dell’AMU (www.amu.it) grazie al quale sarà costruito un acquedotto a Ruyigi in Burundi, che si aggiungerà a quello già realizzato a Bururi, sempre in Burundi.

Soddisfatti, a ragione, i promotori della manifestazione, ideata e promossa dall’associazione “Insieme per l’Unità dei Popoli” che, dopo due anni di stop forzato per la pandemia e forte dei successi degli anni passati, ha riproposto l’atteso evento che ha offerto la possibilità di degustare cibi genuini e una selezione di piatti che valorizzano le tipicità agroalimentari del territorio dell’Agro Caleno.

“Sono stati cinque giorni straordinari”, dichiarano i volontari dell’associazione “Insieme per l’Unità dei Popoli”. “Abbiamo registrato un successo senza precedenti – aggiungono – sia in termini organizzativi che di partecipazione. Ha trionfato la buona cucina ma anche la sensibilità e la generosità. Affiatamento, entusiasmo, collaborazione e uno spirito di fraternità straordinario: questi i segreti del successo della XIX edizione della Sagra. Ringraziamo tutti dal profondo del cuore e il successo ci obbliga a riproporre – con determinazione e entusiasmo – anche per gli anni a venire questo appuntamento”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments