SOMMA VESUVIANA – “Il Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili ha concesso l’autorizzazione all’installazione ed all’esercizio di tre impianti per la rilevazione degli accessi dei veicoli nella zona a traffico limitato per il Borgo del Casamale. La notizia è di questi minuti ed era attesa da tempo. I varchi verranno installati in corrispondenza di Via Piccioli all’intersezione con via San Giovanni de Matha, di via Castello all’incrocio con via Circumvallazione, in corrispondenza del varco di via Ferrante D’Aragona all’incrocio con via Portaterra. La ZTL dunque è realtà e sarà con sistema telematico di controllo”. Lo ha annunciato Sergio D’Avino, Assessore alla Mobilità del Comune di Somma Vesuviana nel napoletano.

“Molti non credevano ed invece la ZTL sarà il primo passo di quel cammino che dovrà fare del Casamale un Borgo Turistico e soprattutto un Centro Storico sorvegliato. Questa è la prima Amministrazione che mette in campo il progetto di ZTL a tutela del Borgo Antico. Un borgo che prende il nome dall’ aristocratica famiglia dei Causamala e risalente a più di 1000 anni fa. Andiamo a tutelare – ha dichiarato Salvatore Di Sarno, sindaco di Somma Vesuviana, nel napoletano – il patrimonio culturale che vede protagonista la cinta muraria degli Aragonesi. Un borgo di vicoli, piazzette, cappelle e dominato dalla Collegiata la più antica delle chiese esistenti sul territorio, antecedente al XVI secolo ed insignita del titolo di Collegiata nel 1595. Dunque un Borgo intatto che ogni 4 anni è palcoscenico coinvolgente della Festa delle Lucerne, forse la tradizione più bella che abbiamo in Italia. Ecco la ZTL avrà una funzione molto importante che è quella di favorire lo sviluppo di botteghe artigiane, escursioni, ristorazione, di un indotto turistico. E lo stesso Borgo sarà protagonista di un importante Press Tour che abbiamo dovuto rimandare a causa della pandemia”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments