SOMMA VESUVIANA – “Il Comune di Somma Vesuviana da seguito al contrasto al randagismo e lo facciamo nell’interesse anche degli animali. Parte la collaborazione con l’Associazione Nazionale Protezione Animali Natura Ambiente Fondali Marini Cittadini, grazie alla quale i cani randagi, verranno individuati “regolarizzati” dal Comune attraverso i chip, sterilizzati e appena possibile reintrodotti in ambiente. In questo modo andiamo a limitare i rischi anche per gli stessi animali, evitando cucciolate fuori controllo e tutelando il benessere degli stessi animali ma anche di tutta la comunità sommese. Il randagismo canino è una problematica complessa che riveste carattere di emergenza sanitaria e di tutela della collettività e dunque si ravvede, pertanto, un interesse di salvaguardia della pubblica e privata incolumità oltreché la necessità di scongiurare soprattutto il maltrattamento animale. E’ improcrastinabile, garantire il servizio antirandagismo sul territorio di codesto Comune mediante attività di recupero di cani randagi ai fini della sterilizzazione e reimmissione sul territorio dei cani da ritenere liberi accuditi come previsto dalla legge Regionale 3\2019 art.13, cani randagi di proprietà comunale, onde evitare di causare eventuali problematiche di pubblica e privata incolumità”. Lo ha annunciato Rosalinda Perna, Assessore al Randagismo del Comune di Somma Vesuviana.

Una città che sia luogo di rispetto per tutti, animali inclusi!

“L’Amministrazione guidata dal sindaco Salvatore Di Sarno, promuove e valorizza l’associazionismo, tramite forme di utilizzo delle attività di volontariato, in campo sociale, ambientale – ha concluso la Perna – e a tutela degli animali per favorire una migliore qualità dei Servizi prestati avvalendosi della possibilità di contrarre con soggetti pubblici e privati accordi di collaborazione. L’Associazione, riconosciuta a livello nazionale, svolgerà la propria attività nel territorio con il coordinamento dell’Assessorato delegato alla tutela degli animali. Ci saranno circa no 3 uscite mensili, di cui 2 nelle date previste per le sterilizzazioni ed una per sopralluogo, di almeno 1 squadra costituita da 2 operatori per una durata minima di circa 10 ore ad uscita. Siamo dinanzi ad un servizio di civiltà nell’interesse dei cittadini, dell’intera comunità sommese e degli stessi animali”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments