SOMMA VESUVIANA – “C’è una svolta per la Congrega del Santo Rosario al Cimitero di Somma Vesuviana. I lavori erano stati sospesi a causa di problemi strutturali alle murature. Infatti in seguito a delle verifiche, le murature spogliate dei marmi, erano uscite bagnate e sottili. Ora è stata trovata una soluzione che consentirà la ripresa dei lavori nelle prossime settimane”. Lo ha annunciato Sergio D’Avino, Assessore ai Servizi Cimiteriali del Comune di Somma Vesuviana.

Lavori che erano iniziati nei mesi scorsi quando l’Amministrazione guidata dal sindaco Salvatore Di Sarno era riuscita a sbloccare una situazione, quella relativa alla Cappella del Santo Rosario che durava da ben 30 anni!

“Abbiamo sbloccato una situazione che durava da ben 30 anni. Il cimitero di Somma Vesuviana, venne inaugurato il 5 dicembre del 1839. Nel mese di Aprile, in seguito alla fase iniziale dei lavori di ristrutturazione della Cappella della Congrega del Santo Rosario – ha concluso D’Avino – attesi da ben 30 anni, venne identificata anche la tomba del prestigioso filosofo italiano Francesco Montalto, confidente di Benedetto Croce. La stessa Congrega del Santo Rosario rappresenta una struttura antica risalente al XIX secolo. Dunque si tratta di lavori complessi. Centinaia di persone attendevano una risposta da ben 30 anni, in quanto possessori di loculi all’interno della Cappella del Santo Rosario. In Primavera era stato dato il via alle operazioni. Poi la scoperta dei problemi strutturali ed ora la soluzione trovata dalla ditta appaltatrice”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments