Boni

NAPOLI – La medaglia paralimpica di Rio 2006, il nuotatore Vincenzo Boni, ha conquistato l’Oscar dello Sport, il tradizionale premio dell’Unione Nazionale Veterani dello Sport, sezione “Fratelli Salvati” di Napoli, giunto alla 57ma edizione. Per l’atleta del Caravaggio Sporting Napoli un riconoscimento prestigioso, conferitogli per i successi ottenuti nel nuoto, sia ai Giochi olimpici sia ai Mondiali sia agli Europei. Alla quindicenne napoletana del TC Fireball Federica Sacco è stato assegnato il premio Atleta dell’Anno 2017, per aver ottenuto risultati internazionali di assoluto valore, conquistando con la nazionale italiana oro e bronzo agli Europei giovanili, partecipando inoltre ai Mondiali giovanili, prima napoletana nella storia. A ritirare il premio i genitori Massimo ed Ersilena Sacco, perché la tennista è impegnata in questi giorni agli Internazionali di Marocco, a Rabat.

Tanti i riconoscimenti assegnati nell’appuntamento dei Veterani dello Sport, presentato dal presidente Vincenzo Petrocco, alla Sala Guido Pepe del Coni, con la partecipazione del presidente del Coni della Campania Sergio Roncelli. Riconoscimenti sono stati conferiti a Ciro Verdoliva, direttore generale ospedale Cardarelli (UNVS Award), a Valentina Landri (pallamano, Jomi Salerno) per i podi Mondiali ed Europei conquistati, al Cuore Napoli Basket (Coppa Coni), al giornalista Marco Lobasso, che ha ricevuto il premio Edoardo Scarfoglio, a Elena Esposito (ASD Agoghè). Premiato come Campione in Erba Davide Amalfitano dello Sporting Club Amalfitano. La Panchina d’oro è stata assegnata al maestro di tennis Lino Sorrentino che ha modellato il talento di Federica Sacco. Targhe d’onore a quattro grandi rappresentanti dello sport della Campania: Alfonso Buonocore, Liberato Esposito, Rino Merola, Carlo Postiglione. Targa di benemerenza a dirigenti sportivi di lungo corso: Alfredo Pagano, già presidente della Maratona di Napoli, e a Francesco Schillirò, presidente del Panathlon di Napoli.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments