DSC_0971C_web

NAPOLI – La Saces Mapei Givova Napoli gioca a Battipaglia il derby con l’imperativo categorico di sbloccare la classifica e tornare alla vittoria in vista del miglior piazzamento possibile per i play-off.

Peccato però che verso la fine della partita tutto il pubblico abbia mantenuto il fiato sospeso per il brutto infortunio alla caviglia a Chiara Pastore che è stata costretta a lasciare il campo in barella. Per quanto riguarda l’incontro, si sapeva che la Convergenze è squadra ostica dall’elevato tasso di atletismo ma la Dike, con il quintetto molto fisico composto da Pastore, Fassina, Burdick, Quinn e Petronyte inizia col piede giusto: subito 4-0 ed una Burdick molto in palla. La Convergenze però pur partendo molto lenta trova in Boyd i canestri che la sbloccano e riportano la partita in parità (9-9) prima di piazzare il break che spezza in due la partita:un tremendo 14-0 in cui trovano il fondo della retina a ripetizione prima Tagliamento e poi Gray che scrivono sul tabellone 23-11 per le padrone di case.La Saces Mapei Givova non trova più confidenza col canestro e quando il ritmo cresce, si allarga anche il divario visto che il primo tempo si conclude con un durissimo 30-12. Nei secondi dieci minuti Ricchini propone per lunghi tratti l’arma del doppio-play in attacco ed alterna la difesa a zona a quella a uomo, per limitare l’energia messa in campo da Battipaglia e le cose sembrano in parte funzionare. Agli squilli di Quinn e Pastore però risponde Treffers con una serie di buoni canestri nel pitturato: così il quarto descrive una sostanziale parità che però tiene la Dike sulla distanza del 45-26. L’inizio del secondo tempo ha come protagonista l’energia di Carta: la cagliaritana piazza le bombe che portano la Dike pienamente in partita sul 47-40. L’inerzia sembra girata definitivamente a favore delle ospiti e la rincorsa sarebbe portata totalmente a compimento se Treffers non si sobbarcasse l’intero attacco di Battipaglia sulle proprie spalle e consentisse di respingere l’onda d’urto napoletana per il 57-49 di fine periodo. Ultimi dieci con la partita che si sviluppa con continui capovolgimenti di fronte in cui ancora Treffers da una parte e Burdick dall’altra lasciano il risultato in bilico. Poi a 4:13 dalla fine della partita il bruttissimo infortunio a Chiara Pastore blocca la rimonta napoletana e consente a Battipaglia di chiudere con un comodo 77-65. Ora in casa Saces Mapei Givova si aspettano notizie positive dal responso degli accertamenti alla caviglia di Pastore con tutta la squadra che si stringe al fianco del suo playmaker.

Per Chiara Pastore si confermano purtroppo le brutte sensazioni di ieri sera al PalaZauli. Gli accertamenti diagnostici hanno certificato la frattura del malleolo del piede sinistro. Già ad inizio settimana il forte playmaker napoletano si sottoporrà ad ulteriori indagini a Roma con lo staff ortopedico di Villa Stuart, per valutare l’opportunità di intervenire chirurgicamente alla caviglia già nei prossimi giorni. Tutta la squadra e lo staff Dike ha vissuto col fiato sospeso i tremendi attimi dell’infortunio ed ora è vicinissima a Chiara in questo momento sfortunato. La Saces Mapei Givova ringrazia la società e lo staff sanitario della PB63 Lady Battipaglia per il pronto intervento ed il comunicato di vicinanza ed incoraggiamento all’atleta.

I tabellini. Saces Mapei Givova Napoli: Fassina 7, Carta 11, Pappalardo ne, Bocchetti 3, Ceccarelli ne, Pastore 4, Burdick 21, Petronyte 6, Narviciute ne, Quinn 13. Convergenze Battipaglia: Trimboli ne, Orazzo 0, Tagliamento 14, Bonasia 4, Treffers 23, Russo ne, Ramò 2, Trucco ne, Gray 22, Andrè 0, Boyd 10, Costa 2.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments