20120921_3381397

NAPOLI – “Bisogna rivedere i programmi per lo stadio Collana perché non possiamo permettere che sia ristrutturato con soldi pubblici e poi affidato a un privato per la gestione e l’incasso degli utili”.A lanciare l’allarme i Verdi, con il consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli e i consiglieri comunali Stefano Buono e Marco Gaudini ricordando che “la gestione dello stadio Collana è stata al centro di un project financing in base al quale chi ha vinto la procedura a evidenza pubblica si sarebbe dovuto occupare della ristrutturazione ricevendo in cambio il diritto alla gestione e agli utili derivanti dalla gestione stessa”.

“Nel frattempo, però, Napoli e la Campania sono riuscite a ottenere l’organizzazione delle Universiadi e, quindi, anche l’impianto vomerese è finito nell’elenco di quelli che dovranno essere ristrutturati con soldi pubblici per essere poi utilizzati nel corso delle gare” hanno aggiunto i rappresentanti dei Verdi per i quali “è chiaro che, in questo modo, sono venute meno le condizioni che erano alla base dell’assegnazione della gestione del Collana e quindi, come previsto dal bando, si deve procedere alla revoca dell’affidamento”.“Se non lo si fa, nei fatti, si affida a un privato la gestione di un bene pubblico e i relativi introiti senza ricevere alcunché in cambio visto che i costi della ristrutturazione sarebbero coperti con soldi pubblici” hanno concluso Borrelli, Buono e Gaudini per i quali “saremmo di fronte a uno spreco di soldi pubblici e a una situazione nella quale potrebbero rilevarsi anche elementi su cui potrebbe intervenire la Corte dei Conti e la Procura della Repubblica”.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments