NAPOLI – Ancora una volta il mare e il golfo di Napoli tornano al centro dell’attenzione del mondo dello sport e del nuoto di fondo in particolare. È tutto pronto infatti per la 56esima edizione della Capri-Napoli trofeo Farmacosmo, la gara internazionale più famosa al mondo che il prossimo 5 settembre porterà in Campania i più forti specialistiche delle maratone acquatiche, pronti a sfidarsi sulla distanza dei 36 km che separa Capri da Napoli.
La gara, ancora una volta prova conclusiva della Fina Ultramarathon Swin (la Coppa del Mondo per le distanze superiori ai 10 km, che verrà assegnata proprio a Napoli) vivrà di sfide emozionanti e di tante sorprese. Un programma ricco che sarà svelato durante la conferenza stampa in programma mercoledì 1 settembre nell’Antisala dei Baroni del Maschio Angioino con inizio fissato alle ore 11.30.
Alla conferenza saranno presenti in rappresentanza dell’assessorato allo Sport del Comune di Napoli, l’assessore Ciro Borriello; il presidente del Coni Campania, Sergio Roncelli; il presidente del comitato campano della Fin, Paolo Trapanese; il coordinatore nazionale per il nuoto di fondo, Stefano Rubaudo; il consigliere Fin nazionale e coordinatore delle Fiamme Oro Napoli, Luca Piscopo; Fabio de Concilio, Ceo di Farmacosmo, main sponsor della manifestazione il presidente del comitato organizzatore e referente della società Eventualmente Eventi & Comunicazione, Luciano Cotena.

Nel rispetto delle normative in materia di contenimento della diffusione del Covid-19, i posti a sedere saranno opportunamente distanziati e l’accesso sarà consentito solo ai possessori di green pass Covid. In sala sarà obbligatorio indossare la mascherina di protezione delle vie respiratorie.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments