D’Angelo, un mancino per la Carpisa Yamamay Acquachiara

0
5
PIERPAOLO D'ANGELO

NAPOLI -Un mancino alla corte del più grande interprete al mondo in quel ruolo. La Carpisa Yamamay Acquachiara del presidente Franco Porzio, infatti, raggiunge l’accordo con Pierpaolo D’Angelo, attaccante classe 1997, lo scorso anno in forza all’Arechi.

“E’ un onore per me poter giocare nel club presieduto da uno dei miei idoli sportivi. Questo rappresenta sicuramente uno stimolo in più per fare bene – dichiara soddisfatto D’Angelo – Sicuramente la presenza di Occhiello e di Pasca, con cui ho giocato per tre stagioni, mi hanno convinto ad accettare questa nuova sfida. Sono molto carico: quest’anno tengo in particolar modo a fare bene e sono contento che l’Acquachiara mi abbia dato questa possibilità”.

Nonostante la giovane età D’Angelo vanta un bagaglio di grande esperienza. Dopo le prime bracciate mosse nel San Mauro Nuoto viene prelevato dalla Rari Nantes Florentia che, oltre ad investirlo di un ruolo da protagonista nel settore giovanile, lo fa esordire giovanissimo nel massimo campionato. Poi il ritorno a Napoli (sponda Canottieri Napoli), lo scudetto under 20 con i giallorossi e l’avventura in Serie A2 con Rari Nantes Arechi e Rari Nantes Salerno.

Estro, fantasia e potenza le caratteristiche di D’Angelo che lo hanno portato, giovanissimo, ad indossare la calottina della nazionale italiana Under 15 e ad avere esperienze internazionali.

“Pierpaolo è un ragazzo che ho avuto modo di seguire durante il mio percorso con i settori giovanili – racconta Mauro Occhiello, guida tecnica dell’Acquachiara – Lo ricordo perfettamente durante i collegiali regionali alla presenza dei selezionatori nazionali. Nonostante sia un classe ’97, ha maturato tanta esperienza in cadetteria, risultando sempre determinante. Andrà a ricoprire un ruolo importante nel nostro scacchiere. Anche a lui do un caloroso benvenuto”.

Lascia una recensione

  Subscribe  
Notificami