Day2 HabaWaba Festival 2018 Lignano Sabbiadoro Villaggio Bella Italia Photo Deepbluemedia

NAPOLI – La pandemia di coronavirus ha messo in ginocchio lo sport, ma non è riuscita a cancellare quel sogno chiamato HaBaWaBa: dopo la cancellazione del 2020, da domani 29 agosto al 5 settembre il Bella Italia & EFA Village di Lignano Sabbiadoro (UD) ospiterà nuovamente l’HaBaWaBa International Festival e l’HaBaWaBa PLUS 2021. I due più grandi eventi di pallanuoto giovanile al mondo, entrambi creati e organizzati dalla Waterpolo Development, tornano concentrati in un’unica settimana: in totale 59 le squadre (provenienti da Italia, Ungheria, Francia e Slovacchia) e 698 le bambine e i bambini che parteciperanno ai due tornei del Festival – riservato quest’anno alle categorie U10 e U12 – e alla competizione U14 dell’HaBaWaBa PLUS.

Numeri ridotti rispetto all’ultima edizione svolta (nel 2019 in due settimane a Lignano furono accolti più di 2.200 giovani pallanuotisti), ma che rappresentano comunque un enorme successo per i primi appuntamenti HaBaWaBa post-pandemia in Italia, soprattutto per le difficoltà affrontate nei mesi scorsi dalle società sportive a causa della chiusura delle piscine.

Per ovvie ragioni di sicurezza ci sarà un protocollo Covid da rispettare – tutti i partecipanti sopra i 12 anni (giocatori, allenatori, accompagnatori e genitori) dovranno esibire il green pass – ma siamo certi che la magia dell’HaBaWaBa resterà intatta. Anzi, dopo questa lunga attesa e tanto penare, la gioia per “il gioco della palla in acqua” esploderà più forte che mai, con l’obiettivo di trasmettere i valori dello sport e della convivenza civile.

“Per la Waterpolo Development è un’enorme soddisfazione essere riusciti a organizzare nuovamente i nostri due grandi eventi – spiega il presidente Bruno Cufino -. Con la pandemia, le necessarie misure anti-Covid attuate nell’ultimo anno e la crisi delle società sportive rischiavamo di disperdere tutto ciò che l’HaBaWaBa ha rappresentato dal 2008 a oggi: un appuntamento che permette ai bambini di scoprire il mondo e le sue diversità, di sperimentare il valore delle regole, di incontrare gli altri e stare con loro, di gestire le emozioni, di conoscere la realtà attraverso tentativi ed errori, di provare a risolvere i problemi in autonomia e in squadra. Di prepararsi alla vita”.

“Fortunatamente – continua Cufino – il sogno HaBaWaBa è stato più forte anche della pandemia: dopo l’annullamento degli eventi del 2020 abbiamo alzato il limite delle categorie, passando da U9, U11 e U13 a U10, U12 e U14, permettendo così a chi era rimasto deluso un anno fa di partecipare. Il numero degli iscritti dice che abbiamo avuto ragione: bambini, allenatori, club, genitori hanno risposto con entusiasmo e reso possibile il grande ritorno dell’HaBaWaBa. Ringrazio profondamente tutti loro. E ovviamente i nostri sponsor Turbo, Cag Chemicals, Compact Goals e Ossidabile: senza di loro l’HaBaWaBa non ce l’avrebbe fatta”.

Cos’è l’HaBaWaBa

HaBaWaBa è un acronimo che sta per “Happy Baby Water Ball”, parole che rimandano alla gioia di un bambino quando prova il “gioco con la palla in acqua”. Per HaBaWaBa, dunque, va primariamente inteso il gioco inventato dalla Waterpolo Development, una semplificazione per bambini dello sport della pallanuoto, ma anche l’universo di persone, eventi, appuntamenti che da esso è scaturito.

Al centro di questo universo c’è l’HaBaWaBa International Festival, l’evento di pallanuoto giovanile nato nel 2008 e divenuto negli anni il più grande ed importante del mondo. Ideato e organizzato dall’associazione no profit Waterpolo Development, oggi è “supported by” FINA, LEN, COMEN, FIN e CONI. Oltre alla due competizioni (U9 e U11 negli anni scorsi, U10 e U12 nel 2021), il Festival prevede workshop ludico-educativi e promuove l’aggregazione e la conoscenza tra bambini provenienti da tutto il mondo. Tutte le squadre soggiornano all’interno del Bella Italia & EFA Village, senza genitori ma sotto il controllo degli allenatori, trasformandolo in una sorta di piccolo villaggio olimpico.

Nel 2016, sul modello dell’International Festival, è poi nato l’HaBaWaBa PLUS, riservato ai ragazzi più grandi. E nel corso degli anni la Waterpolo Development ha avviato partnership con federazioni e associazioni per l’organizzazione di altre tappe locali HaBaWaBa in tutto il mondo: negli ultimi 5 anni si sono disputati eventi HaBaWaBa in Canada, Grecia, Spagna, Bielorussia, Singapore e Brasile.

Nel 2019, nelle ultime edizioni pre-pandemia, HaBaWaBa International Festival e HaBaWaBa PLUS hanno visto complessivamente la partecipazione di più di 200 squadre, oltre 2.200 piccoli pallanuotisti, con 5.000 presenze totali tra allenatori, accompagnatori, ospiti e staff dell’evento.

Visita HaBaWaBa.com e WPDWorld.com per altre notizie e curiosità sul mondo HaBaWaBa, scarica l’app ufficiale HaBaWaBa per risultati e classifiche dei tornei.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments