NAPOLI – Un “Vallefuoco” strapieno di amore ed entusiasmo per l’ultima gara di campionato con il Napoli United che si impone per 1-0 sul Neapolis con gol di Navarrete che vale il terzo posto in classifica. Adesso gli uomini di Maradona affronteranno nei playoff il Cervinara. Una giornata speciale nell’impianto di Mugnano con il ricavato della vendita dei biglietti della partita devoluto alle associazioni che hanno accolto e si stanno occupando della permanenza a Napoli dei rifugiati scappati dalla guerra in Ucraina. Un gesto di speranza, come i palloncini lasciati volare in cielo dai bimbi che hanno accompagnato i calciatori durante l’ingresso in campo. Come la musica di Dario Sansone dei Foja e Roberto Colella con La Maschera che hanno dato vita nell’intervallo e poi a fine gara a momenti di forte emozione e di festa che hanno reso l’atmosfera ancora più magica.

LA GARA- Il Napoli United vuole i tre punti per classificarsi il più in alto possibile in classifica in previsione dei playoff, il Neapolis è alla ricerca della disperata impresa di salvarsi. Una gara combattuta fin dalle prime battute con il tecnico Maradona che deve fare i conti ancora con qualche assenza e che tiene a riposo qualcuno non proprio al top o i diffidati in previsione della prossima gara. Spazio a chi ha giocato di meno e ai ragazzi della juniores. Il Neapoli si rende pericoloso al terzo minuto con un tiro dalla distanza di Festa. Il Napoli United aspetta, provano a fare la gara gli ospiti con un’altra occasione al 29’ minuto con una punizione direttamente in porta, Festa sporca il tiro e la palla finisce alta a due passi da Maraolo. Al 34’ è costretto ad uscire per infortunio Pisacane sostituito da Scheler. Al 37’ buona opportunità per il Napoli United con De Marco che non inquadra lo specchio della porta. Nel secondo tempo il Napoli United va alla ricerca del gol insistentemente. Maradona cambia inserendo Cittadini per De Marco e Bruno per Tomasin. Di Gennaro al 9’ minuto innescato da Navarrete non trova il gol di poco. Il Napoli United attacca con Navarrete e Giordano. Quest’ultimo sbaglia un paio di occasioni ghiotte soprattutto nel finale, mentre il numero 7 regala la rete della vittoria realizzando al 65’ minuto. Grande festa finale dello United al grido di “Marado’” accompagnati da “La Mano de Dios” interpretata da Dario Sansone.

Napoli United – Neapolis 1-0 (0-0)

Napoli United: Maraolo, Pisacane (34’ pt Scheler), Diakhaby, Akrapovic, Tomasin (1’ st Bruno), De Marco (1’ st Cittadini), Arrulo, Giordano G., Ciranna (29’ st Samson), Navarrete, Di Gennaro (15’ st Calabrò). A disposizione: Giordano D., Oliva, Brasiello. Allenatore: Diego Armando Maradona

Neapolis: Bardet De Villanova, Esposito S., Pollice, Galasso (34’ st Varriale), Lanzillo, Filiù (42’ st La Ferrara), Festa (37’ st Pirone), Esposito G., Catena (23’ st Barretta), Scuotto, Selva. A disposizione: Chiariello, Terribile, Peluso, Criscuolo, Monti. Allenatore: Giovanni Peluso

Arbitro: Onorato (Nola), Assistente 1: Carrozza (Battipaglia), Assistente 2: La Monica (Battipaglia)

Marcatori: 20’ st Navarrete

Ammoniti: Pisacane, Bruno e Diakhaby (NU), Esposito S. (N)

Espulso: Varriale (N)

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments