pallanuoto4

NAPOLI – Sconfitta per il Posillipo che, dopo una partita equilibrata, cade in trasferta contro l’Iren Genova Quinto per 8-5. Decisivo il terzo parziale chiuso sul +2 dai padroni di casa.
Il primo gol della partita è del Posillipo con un gran conclusione di Di Martire, il Quinto pareggia con Nora che sfrutta la superiorità numerica. Meglio le difese in questa fase di gara, i rossoverdi non sfruttano possibilità con uomo in più mentre Spinelli neutralizza il rigore di Figari. Il primo parziale si chiude cosi sull’1-1.
Il secondo tempo si apre con il gol del Quinto che si porta in vantaggio con Ravina, Picca pareggia riuscendo a sfruttare una doppia superiorità numerica. Entrambe le squadre hanno difficoltà a segnare, Briganti coglie la traversa, Spinelli è attento su Figari. I rossoverdi segnano il 3-2 con Iodice, che colpisce in superiorità. Nel finale di quarto pareggia Panerai a 50 secondi dalla fine. Si chiude sul 3-3.
Nel terzo quarto è ancora il Quinto a portarsi in avanti con Gitto, a segno in superiorità, Di Martire pareggia subito su rigore, ma è Figari a segnare il 5-4 per i liguri, Panerai realizza il rigore del +2 Quinto. Il Posillipo non trova il gol mentre il Quinto stavolta non sbaglia ad uomo in più con Nora. Di Martire trova il gol del -2 rossoverde. Si va all’ultimo intervallo sul 7-5 per i padroni di casa.
Non si segna nei primi minuti dell’ultimo quarto, a metà periodo il parziale resta invariato. Mister Brancaccio chiama timeout ma i rossoverdi non sfruttano la superiorità numerica. Il Posillipo avrebbe varie occasioni per rientrare ma non riesce a segnare. Sull’ultimo tiro della gara Nora segna il gol dell’8-5 definitivo.

I rossoverdi torneranno in vasca sabato prossimo 11 dicembre alle ore 16,30 per la gara interna contro la Roma, undicesima giornata di Campionato.

“Dopo un buon avvio, dove fino a metà gara siamo rimasti in partita, abbiamo pagato purtroppo a caro prezzo la insufficiente gestione delle superiorità numeriche a nostro vantaggio. Sopratutto nel finale dove in molte occasioni abbiamo avuto la possibilità di rientrare in partita non riuscendoci. Nel finale di gara è mancata la cattiveria e la concentrazione giusta per fare meglio. Ora dobbiamo lavorare per preparare al meglio la prossima delicata sfida con la Roma”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments