NAPOLI – Strappa appalusi a scena aperta l’Aktis Acquachiara che nell’incontro valevole per la quarta giornata del girone Sud del campionato di serie A2 piega 14-10 il Pescara Pallanuoto, inanella il terzo risultato utile del suo torneo e la seconda vittoria interna consecutiva. Ad aumentare ulteriormente lo spessore della prova dei padroni di casa l’1-4 incassato nel parziale inaugurale dopo aver sbloccato l’iniziale parità con il primo sigillo in Italia di Erik Adam. Tante altre squadre avrebbero probabilmente accusato il colpo, il sette in calottina bianca capitalizza invece in maniera egregia la prima pausa, riordina le idee e riprende a macinare il suo gioco costruendo il contro break che le consente di rimettere in equilibrio la contesa. Una volta recuperato il passivo i biancoazzurri non si guardano più indietro, continuano a premere sull’acceleratore e piazzano, nella seconda parte della terza frazione, l’allungo che si rivelerà decisivo grazie ai sigilli apposti da Michele Gargiulo e Mattia Rocchino. I partenopei acquisiscono, di partita in partita, fiducia sempre maggiore nelle proprie qualità ed il piglio della grande squadra, sempre capace di dilatare nuovamente il margine di vantaggio nel momento in cui gli abruzzesi provano a riavvicinarsi. In un quadro generale di assoluta positività spiccano le eccellenti prestazioni di Michele Gargiulo, top scorer dell’incontro con un poker, e di Mattia Rocchino, principali finalizzatori dell’enorme mole di gioco che tutto il gruppo sviluppa. Supera alla grande l’emozione del debutto da titolare Davide Chianese che con il trascorrere dei minuti prende fiducia, piazza una serie di parate importanti e regala sicurezza ai compagni. Esordio con gol per il centroboa ungherese che timbra una doppietta e lascia intravedere un saggio delle sue notevoli potenzialità.

Non nasconde la sua soddisfazione al termine del match il presidente Porzio che evidenzia i notevoli margini di crescita di capitan Alvino e compagni:” Buona prova dei ragazzi che hanno reagito bene allo svantaggio iniziale e stanno dimostrando di avere anche qualità mentali e non solo fisiche. Bisogna continuare su questa strada e continuare ad allenarsi perché c’è molto da fare e altrettanto da migliorare. Il gruppo vanta notevoli margini di miglioramento. Adesso sembra tutto facile con questa vittorie ma il cammino sarà molto difficile. Importante il recupero dello straniero, un ragazzo giovane che si è inserito molto bene. L’inserimento tra i pali del giovane Chianese conferma la bontà del progetto giovani che punta a far sì che sempre più giovani cresciuti in Acquachiara possano debuttare in serie A. Va dato merito all’allenatore, allo staff sia dirigenziale che dei preparatori impegnati a curare i vari aspetti della crescita del gruppo”.

Al termine del match Walter Fasano analizza così la prova odierna:” Oggi abbiamo avuto un approccio pessimo alla gara, a fine primo periodo mi sono molto arrabbiato con i ragazzi perché non possiamo regalare un parziale agli avversari e non si può iniziare a giocare dal secondo tempo. Abbiamo poi offerto una prestazione egregia, abbiamo interpretato un’ottima fase offensiva. L’approccio alla gara è da rivedere, commettiamo ancora troppi errori in fase difensiva, dobbiamo migliorare. Sappiamo tutti che è una squadra giovane però non possiamo ripetere sempre gli stessi errori. Sono molto contento perché portiamo a casa il risultato che ci permette di continuare la striscia positiva. Sono felice per l’esordio di Erik Adam e il debutto tra i pali dal primo minuto di Chianese. Il gruppo è in crescita, la squadra va avanti, continuiamo a lavorare così”.

Alla fine il giovane estremo acquachiarino commenta la preziosa vittoria:” Sicuramente è stato un match complicato, complice anche il parziale iniziale di 1-4 che abbiamo subito, siamo stati però tutti bravi e concentrati nel rimontare la partita con 3 grandi tempi anche difensivamente buoni. Ringrazio il mister per la possibilità che mi ha dato oggi di partire titolare, e Ciro che in settimana mi ha caricato per questo esordio, adesso dobbiamo continuare a lavorare con umiltà e cercare di fare altre prestazioni di questo tipo”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments