sare

NAPOLI – “Se Renzi manterrà la promessa e aprirà, definitivamente, la Salerno Reggio Calabria entro la fine dell’anno, un corteo di auto del 1952, l’anno di inizio dei lavori, percorrerà tutta la Salerno Reggio Calabria ripetendo quel che facemmo nel cinquantesimo anniversario dell’inizio dei lavori, nel 2012, ma, questa volta, lo faremo per festeggiare e non per denunciare quello che sarà ricordato come il più grande sperpero di denaro pubblico italiano di tutti i tempi”.

Lo hanno detto il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, e Gianni Simioli che, con La radiazza, organizzarono una manifestazione, con tanto di torta e corteo di auto storiche, in occasione del cinquantesimo anniversario dell’inizio dei valori per la costruzione della Salerno Reggio Calabria.“Vogliamo essere fiduciosi e quindi vogliamo credere alle parole del Presidente del Consiglio anche perché, prima o poi, la Salerno Reggio Calabria dovrà essere conclusa e, magari, questa volta ci riusciamo davvero” hanno aggiunto Borrelli e Simioli ricordando che “per costruire le piramidi in Egitto ci vollero mediamente 20 anni e la muraglia cinese fu completata in 10 anni e, quelle opere furono realizzate millenni fa con meno mezzi e tecnologie primitive rispetto ad oggi”.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments