NAPOLI- E’ ormai lontano quel maledetto 3 maggio quando in Piazza Nazionale Noemi, la mamma e la nonna rischiavano di perdere la vita nel corso di una sparatoria di camorra.

Ad avere la peggio fu la bambina trafitta da un proiettile al polmone.

Oggi però dopo settimane di apprensione e preghiere Noemi sta bene e ha ripreso la sua vita di sempre.

EW domani accompagnata dai suoi genitori Famio e Tania, sarà all’apertura dell’Universiade.

“Siamo felici che nostra figlia sarà presente dove l’ha voluta il presidente della Regione Vincenzo De Luca- spiegano al Mattino i genitori della bambina- che ci ha personalmente invitati quando venne a trovarla in ospedale.

Il suo sarà un messaggio di pace e speranza per tutta la città”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments