33 C
Napoli

Nuoto di fondo: al francese Bermond la prima prova Open della Capri-Napoli 2024

-

CAPRI – Parla francese la prima prova open della Capri-Napoli 2024. È il transalpino Alexandre Marcel Bermond il vincitore del Solo, la sfida in mare che ieri, venerdì 21 giugno, dal lido Le Ondine di Capri ha portato i nuotatori fino al Circolo Canottieri Napoli, dove la gara si è conclusa dopo 36 km. Bermond ha concluso la traversata in 8.12.20, precedendo il brasiliano Tomas Cunha (8.35.30) e l’italiano Moreno Bettinazzi (8.36.10). A completare la festa francese, il quarto posto di Yoann Ramplou, giunto dopo 8.50.30. “Non posso che essere contento di come è andata – afferma Bermond – anche perché per me era la prima Capri-Napoli. Devo complimentarmi con l’organizzazione e dire grazie al mio barcaiolo, che mi ha accompagnato sempre con attenzione. Dopo 10 km, ho trovato qualche difficoltà a causa della corrente sfavorevole e del mare un po’ agitato, ma nel complesso è andato tutto nel migliore dei modi, tenuto conto che si tratta pur sempre di una traversata in mare aperto”.
Prima degli interpreti del Solo, sono giunte le staffette. Senza rivali i componenti di Aqa Cosenza (Jonathan Real Hernandez, Davide Zicarelli, Sergio Luca Zicarelli, Francesco Manna, Alessandro Tassone e William Savino) che hanno concluso in 7.21.50, avendo la meglio nei confronti di Rari Nantes Salerno (7.53.40, Vincenzo Adinolfi, Fulvio Ansalone, Giovanni Marco Albano, Luca Parrella, Vincenzo Francesco Poderico e Ivano Quaranta) e di “Tre uomini e una gamba” (8.13.30, Marco Bovi, Massimo Tagliapietra, Andrea Pedrazzoli e Florentina Ciocilteu). “Abbiamo deciso di nuotare dieci minuti a testa – afferma l’allenatore-nuotatore di Aqa Cosenza, Francesco Manna – per poi, nel finale, passare a cinque minuti per aumentare il ritmo. Un grazie dobbiamo dirlo al nostro barcaiolo, che ci ha indicato una rotta più larga, cosa che ci ha permesso, quando verso le 11.30-12 è cambiata la direzione del vento, di avere la corrente a favore nella seconda parte. Ricorderemo sempre le emozioni di questa giornata, in particolare quando lungo il nostro tragitto abbiamo incrociato due delfini”.
Si replica venerdì 28 giugno, quando è in programma la seconda delle tre prove open promosse dall’organizzazione della società Eventualmente Eventi & Comunicazione di Luciano Cotena. Prevista la partecipazione di 35 nuotatori (21 uomini e 14 donne) di sette nazioni: Argentina, Belgio, Brasile, Israele, Messico, Turchia e Italia. Nove si cimenteranno nel solo, gli altri in cinque staffette. Tra le protagoniste nella prova a squadre anche l’argentina Pilar Geijo, che ha partecipato a dodici edizioni della maratona del Golfo, che guiderà un team del suo Paese.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x