NAPOLI – È un Posillipo a due velocità che ingrana la marcia giusta quello che vince in casa del Telimar, alla piscina Comunale di Palermo, nella ripresa di campionato alla penultima partita, prima del girone di ritorno: i rossoverdi la spuntano per 6-9, in una gara dove sono gli ultimi due quarti a permettere al Posillipo di dimostrare la propria superiorità in un match molto fisico, con un rigore messo a segno per la formazione di casa. Tante le espulsioni in un gara avvincente davanti al pubblico dei quasi 800 presenti. Nei primi due tempi in vasca s’è visto un sostanziale equilibrio, con le squadre a rincorrersi con scarti da un gol, complice qualche disattenzione di troppo per i ragazzi di Brancaccio. L’allungo del Posillipo si concretizza dopo la pausa lunga, nel terzo tempo, quando poi nell’ultimo la formazione di Quartuccio cerca di riacciuffare un Posillipo proiettato però alla vittoria, grazie ad un riuscito gioco di squadra tra senatori e giovani posillipini. Tre punti che consentono ai ragazzi del sodalizio di Via Posillipo di ripartire in campionato: “Abbiamo giocato i primi due tempi con un paio di errori evitabili”, l’analisi a caldo dell’allenatore rossoverde Roberto Brancaccio, “Perfetto il terzo tempo e a metà del quarto, se avessimo messo a segno il rigore, avremmo potuto chiudere la partita allungando il distacco sul 5-9, che ci avrebbe permesso, appunto, di definire in anticipo la gara, ma è mancata la cattiveria giusta. Bravi, però, i ragazzi a contenere gli attacchi degli ultimi 4 minuti, giocando bene in difesa e riuscendo ad essere compatti fino in fondo. Particolarmente bravi Negri, Marziali e Mattiello, che ha giocato, quest’ultimo tutti e 4 i tempi”.
L’ultima di andata si disputerà sabato prossimo alla Piscina “Scandone” dove il Posillipo ospiterà gli avversari dell’Ortigia.

Lascia una recensione

  Subscribe  
Notificami