15085558_1283721765011984_1915304302082197267_n

NAPOLI – Sono innumerevoli i motivi per considerare una buona idea andare a vedere domani alla Scandone (ore 18, arbitri Ricciotti e Severo) il derby tra Carpisa Yamamay Acquachiara e Posillipo.

Il più rilevante è questo: è la prima volta che Pino Porzio disputa un derby contro la squadra con la quale ha vinto tutto da giocatore e, da allenatore, lo scudetto nel 2004 e la Coppa dei Campioni nel 2005, gli ultimi vinti da una squadra napoletana.Il tecnico napoletano è l’unico ex rossoverde in casa Acquachiara. Nel Posillipo, invece, gli ex sono tre: Marziali, Rossi e Sudomlyak, il 17enne vice di Negri. Anche questo contribuirà a dare sapore al primo derby stagionale tra le due squadre.Ma Acquachiara-Posillipo è anche una di quelle poche partite del campionato italiano che possono vantare i seguenti requisiti: grande rivalità tra le due contendenti, grande agonismo in acqua, grande incertezza sull’esito finale. Perchè se è vero che in questo momento i rossoverdi hanno 4 punti in classifica in più (e una partita da recuperare), non si può dimenticare che in questo campionato l’Acquachiara ha già vinto il derby con la Canottieri Napoli, che rispetto alla squadra di Porzio vanta ben 10 lunghezze di vantaggio in classifica.A proposito di punti, quelli in palio domani sono sicuramente pesanti: servono al Posillipo per aumentare le sue possibilità di prendere parte alla Final Six scudetto, servono all’Acquachiara per riprendere il cammino dopo l’inopinata sconfitta di Roma contro la Lazio prima della sosta.L’interruzione del torneo per le festività natalizie ha permesso a Porzio di recuperare anche coloro che avevano qualche problema di carattere fisico, e dunque domani nel derby il tecnico rossoverde potrà contare su tutti gli effettivi.”In ogni caso – sottolinea Pino Porzio – in questo momento sul piano dell’organico il Posillipo vanta qualcosa in più. Noi metteremo sull’altro piatto della bilancia la grande voglia di far bene di una squadra che rispetto all’inizio della stagione è cresciuta molto. Un pronostico? Impossibile: è una partita, da questo punto di vista, assolutamente indecifrabile”.Due i precedenti della scorsa stagione, ovviamente nella regular season: 8-6 per il Posillipo nel girone d’andata, 6-3 per l’Acquachiara nel girone di ritorno. La classifica cannonieri dice che la squadrac di Porzio deve stare attenta in difesa soprattutto al terzetto Subotic-Vlachopoulos-Dervisis: sono i migliori marcatori del Posillipo finora in campionato, globalmente hanno realizzato 44 gol, di cui Subotic ne ha fatti quasi la metà, ovvero 21. In casa Acquachiara, invece, non c’è un tiratore scelto, ma in doppia cifra ci sono ben 5 biancazzurri: Cupic (13), Krapic (12), Lanzoni (12), Del Basso (11), Lapenna (10).Il derby sarà trasmesso in diretta streaming sul sito della Federnuoto. Prima dell’inizio della gara l’Acquachiara premierà Chiara Foresta, medaglia di bronzo ai Mondiali Under 18, e Ivan Carucci, campione italiano di mezzofondo.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments