MESSINA– Elios Marsili aveva detto prima della partita: “Il nostro campionato comincia adesso”. La Rari Nantes, in effetti, non si è fatta sfuggire l’occasione di conquistare i primi tre punti stagionali a Messina, in casa dell’Ossidiana che l’anno scorso aveva conquistato sei punti su sei contro i biancocelesti. Prestazione dai due volti per i napoletani, sotto 8-4

a metà gara ma poi capaci di ribaltare la situazione nel terzo e nel quarto tempo, fino al definitivo 10-11.Nella prima parte del match la Rari Nantes gioca contro sole. L’Ossidiana scappa subito avanti, sfruttando la verve di Spampinato e Cannizzaro ed approfittando di qualche errore di troppo dei partenopei in fase difensiva. Dopo il 3-2 di fine primo periodo, è nel secondo che il vantaggio dei peloritani lievita a dismisura, fino all’8-4.Al cambio di campo, però, la situazione muta all’improvviso. Scossa dagli urlacci di Marsili e con il sole a favore, la Rari ci mette poco a tornare prepotentemente in partita. Il terzo parziale è da applausi, con Nina, Ciniglio e Paganelli che guidano la rimonta fino al 9-8. Nel quarto, poi, proprio Paganelli realizza la rete del pareggio. Non è finita. I napoletani insistono, tengono alto il ritmo, conquistano una superiorità numerica e trovano il gol del vantaggio con Scotto Di Clemente. Difesa di ferro, controfuga, altra espulsione e gol della sicurezza di Nina a 30 secondi dal termine. Finisce 10-11, con ultima rete messinese a fil di sirena, e la Rari può esultare per un successo di importanza capitale.“Ho avuto la dimostrazione che ci siamo, che la squadra ha carattere e che quanto di buono avevamo fatto vedere nella prima partita contro il Basilicata non era frutto del caso”, sottolinea coach Marsili. “Il risultato ci dà grandissima soddisfazione, ma indipendentemente da questo sapevo che saremmo cresciuti partita dopo partita. Ora sono convinto che andremo sempre meglio. Questo per noi è un ottimo punto di partenza, sbloccarci in trasferta e contro una diretta concorrente era quello che ci voleva per farci affrontare con fiducia i prossimi impegni”. La svolta della gara al cambio di campo: “Avevamo commesso troppi errori, regalato troppe segnature facili ai nostri avversari. Ma la squadra è stata brava a reagire. Ci abbiamo messo grinta, ritmo, cuore, velocizzando il gioco e ribaltando la gara. Bene così, complimenti a tutti”.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments