NAPOLI – Fa bella figura la Carpisa Yamamay Acquachiara contro la squadra più forte del mondo, anche bisogna sottolineare che i biancocelesti di Vujasinovic non sempre hanno spinto a massimo.Non ci sono i due portieri titolari. All’assenza scontata del convalescente Tempesti si aggiunge quella a sorpresa di Lamoglia, colpito dallo stesso tipo d’influenza che ieri aveva messo ko Barroso, che invece gioca regolarmente. Tra i pali biancazzurri c’è Raffaele Cicatiello, classe 1999, e sono tutti indirizzati a lui gli applausi dei pochi ma calorosi tifosi acquachiarini. Il giovane portiere biancazzurro con una serie di parate contribuisce allo 0/4 iniziale con l’uomo in più della Pro Recco, che nel primo tempo segna soltanto a uomini pari: dal centro con Aicardi, da fuori con una cannonata di Ivovic. L’Acquachiara va in gol solo con Krapic in superiorità, il primo tempo si chiude col minimo vantaggio biancoceleste (1-2).L’equilibrio si spezza inesorabilmente nella seconda frazione. La Pro Recco aumenta il ritmo e va ripetutamente a segno con una serie di gol semplicemente strepitosi. Uno per tutti quello di Alesiani, da mettere tra le top ten delle reti più belle della stagione: l’ex Savona va in controfuga, subisce il ritorno di un avversario, poi si gira al centro repentinamente e mette il pallone alle spalle di Cicatiello con una conclusione che batte sul palo alla sua sinistra prima di terminare la sua corsa in rete. Da spellarsi le mani.Vola sull’1-8 la squadra di Vujasinovic, c’è da segnalare in particolare anche un missile di Mandic che il portiere dell’Acquachiara, assolutamente incolpevole in tutte le segnature biancocelesti, non vede nemmeno. Cicatiello si rifarà nel quarto tempo, e con gli interessi, parando alla grande un rigore a Bodegas. Fa bella figura, però, un po’ tutta l’Acquachiara: i biancazzurri lottano su ogni pallone e accorciano le distanze (bello soprattutto il gol di Confuorto) chiudendo con un dignitosissimo -5. Nella Pro Recco c’è spazio anche per il giovane portiere Dufour, che va tra i pali biancocelesti per tutta la durata del quarto tempo.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments