Rari_Nantes-Cesport

NAPOLI – Seconda sconfitta per la Rari Nantes Napoli. La squadra di Elios Marsili si arrende nettamente alla corazzata Cesport, incassando un passivo pesante: 5-14. Questa volta Ciniglio e compagni reggono soltanto un tempo, il primo, prima di concedersi una lunga pausa e di lasciare spazio all’ardore della formazione di Rossi, tra le più autorevoli candidate al salto di categoria.La prima rete della gara porta la firma di Aiello per la Cesport, in superiorità dopo 3’37’’ di gioco.

Nell’azione successiva la Rari impatta con Nina, ma una controfuga di Porro vale l’1-2. Segna Truppa con l’uomo in più ed il primo parziale si chiude sul due pari.Il secondo si apre con una nuova controfuga Cesport, finalizzata da Femiano. Poi è Ruocco a rimpinguare il bottino per la formazione di Rossi, che prende il largo a metà tempo quando Andrea D’Antonio firma il 2-5 in superiorità numerica. In chiusura di parziale Aiello su rigore realizza la rete che fa sprofondare la Rari Nantes a -4.Nina da fuori apre le marcature nella terza frazione, ma Vitullo e Russo in rapida successione regalano nuovamente alla Cesport un vantaggio più che rassicurante. È poi Ruocco, dopo due situazioni con l’uomo in più non sfruttate dalla Rari, a mettere a segno il gol del 3-9.Rotondo, autore di una serie di buone parate, lascia spazio in porta nell’ultimo tempo a Vassallo che incassa subito gol ad opera di Femiano. Poco dopo va a segno anche Dukovic con una doppietta, prima che Nina interrompa un lungo digiuno offensivo con la rete del 4-12. Esposito per la Cesport, Paganelli per la Rari Nantes ed ancora Di Carluccio per la Cesport da metà vasca fissano poi il punteggio sul definitivo 5-14.“Questa partita doveva rappresentare il metro di giudizio per valutare adeguatamente la nostra condizione atletica: purtroppo ci siamo resi conto di essere indietro”, ammette coach Marsili. “La partita col Basilicata ci aveva fornito buone indicazioni, questa senza dubbio no. Abbiamo pagato a caro prezzo una serie di disattenzioni in marcatura e sul pressing ed abbiamo incassato un passivo pesante. Preoccupato? No. Abbiamo affrontato due tra le migliori squadre del girone, ora dobbiamo rimboccarci le maniche e lavorare sodo in vista della prossima sfida”.La Rari Nantes tornerà in vasca sabato 6 febbraio a Messina contro l’Ossidiana, altra formazione ancora a quota zero in classifica.

PALLANUOTO – CAMPIONATO DI SERIE B – GIRONE 4

LA RARI NANTES SI ARRENDE ALLA ZURICH BARBATO CESPORT

Ko pesante per il team luciano (5-14), Marsili: “Siamo in ritardo di condizione”

Rari Nantes Napoli-Zurich Barbato Cesport 5-14

Rari Nantes: Rotondo, Caria, Nina 3, Truppa 1, Severino, Giamundo, Scotto Di Clemente, Ciniglio, Casieri, Di Iorio, Paganelli 1, Mattiello, Vassallo. All. Marsili

Zurich Barbato Cesport: Lanzetta, Vitullo 1, Incoglia, Ruocco 2, Di Carluccio 1, Dukovic 2, Esposito 1, Aiello 2, Porro 1, Femiano 2, A. D’Antonio 1, Russo 1, D. D’Antonio. All. Rossi

Arbitro: Petraglia

Note: parziali 2-2; 0-4; 1-3; 2-5. Nessun uscito per tre falli. Superiorità numeriche: Rari Nantes 4/8, Cesport 4/7. Spettatori 150 circa. All’inizio della gara, osservato un minuto di silenzio per ricordare le vittime della Tragedia di Brema di 50 anni fa.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments