Rari_Nantes_gruppo

ROMA- Si ferma a 13 gare la striscia di imbattibilità della Schüco Cargomar Rari Nantes Napoli. La piscina della Zeronove Roma resta un tabù per la truppa di Marsili che, come nello scorso campionato, rimedia la prima sconfitta stagionale contro la squadra di Fonti. Questa volta per i napoletani è un ko di misura (5-4), ma è una magra consolazione al termine di una partita giocata sicuramente al di sotto delle proprie potenzialità.

Buono l’approccio alla gara dei biancocelesti, che per due tempi riescono a tenere a freno l’ardore dei padroni di casa. Dopo l’1-1 di fine primo periodo, a metà gara si arriva con la Rari in vantaggio e con Occhiello e Calì sugli scudi. Nella terza frazione le cose cambiano. La Zeronove ribalta la situazione, mentre i partenopei vanno in tilt. Il tifo si fa caldissimo e a 8′ dal termine i capitolini sono avanti di un gol, sul 4-3. Nell’ultimo quarto il vantaggio dei romani lievita, ma Scalzone e compagni non vogliono saperne di mollare. Il punteggio è ancora in bilico quando, a 2′ dal termine, il portiere capitolino Brandoni si allontana dalla propria porta e colpisce Jacopo Parrella. Sarebbe espulsione per brutalità e rigore per la Schüco Cargomar, ma l’arbitro Nicolai – peraltro perfetto per tutta la partita – opta per la doppia espulsione e si resta sul 5-4, che non cambia fino al termine della gara.

“Siamo partiti bene, poi abbiamo accusato un calo evidente”, ammette il tecnico Elios Marsili. “Soprattutto nel terzo tempo abbiamo subito troppo il fisico e il pressing dei nostri avversari, oltre al calore di una piscina in cui è davvero difficile giocare. Di certo non siamo stati brillanti in attacco ed è questo il dato principale su cui dobbiamo soffermarci. Con l’uomo in più abbiamo segnato troppo poco, non abbiamo dato profondità alle nostre azioni. Il risultato alla fine ci può stare, anche se fino all’ultimo abbiamo avuto la possibilità di portare a casa almeno il pari. Peccato per l’episodio che ha coinvolto Parrella, il fatto che il portiere si sia allontanato dalla sua porta avrebbe dovuto far capire all’arbitro di chi era la responsabilità del colpo”. La Zeronove si conferma un brutto cliente per la Rari: “Rispetto all’anno scorso abbiamo limitato i danni, alla Scandone al ritorno abbiamo tutte le possibilità per ribaltare la situazione nel doppio confronto. La nota positiva – conclude Marsili – è rappresentata dalla solidità difensiva, ma in attacco poi dobbiamo buttarla dentro altrimenti serve a poco”.

Nel prossimo turno, sabato 10 febbraio, la Schüco Cargomar Rari Nantes Napoli affronterà alla Scandone il Tuscolano, altra formazione di vertice del girone 3 di serie B.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments