Riccitiello

NAPOLI– Autrice di una prima parte di gara impressionante, la Schüco Cargomar Rari Nantes Napoli ha colto con grande autorevolezza il successo sul difficile campo del San Mauro.

Il punteggio finale, 11-5 per la squadra di Marsili, racconta solo in parte del dominio dei partenopei, capaci di arrivare a +8 al cambio di vasca (1-9) prima di rifiatare un po’ nelle ultime due frazioni. Top scorer della gara Riccitiello, grande protagonista con 5 reti: avrebbero potuto essere 6 se Principe, nel terzo tempo, non gli avesse parato un rigore.Proprio Riccitiello ha aperto le marcature in avvio con una rete in superiorità. Mauro ed Occhiello hanno fatto lievitare subito il vantaggio per la Rari, mentre il San Mauro ha trovato la prima rete della partita con una palombella di Sangermano. In chiusura di primo tempo Criscuolo ed Occhiello hanno regalato il +4 alla Schüco Cargomar, che ha preso definitivamente il largo nella frazione seguente. Riccitiello ha prima realizzato la rete dell’1-6, poi ha trasformato il rigore provocato dall’espulsione per brutalità di Sangermano. Nei 4′ con l’uomo in più la Rari ha realizzato altre due reti, ancora con Riccitiello e con Maglitto. Negli ultimi due tempi è venuto fuori il carattere dei padroni di casa, che hanno reso meno pesante il gap con la tripletta di Gabriele André. Ruggini nel finale: ad 1’09” dal termine coach Marsili, che già aveva schierato tra i pali il secondo portiere Incoglia, ha inserito Cappuccio in attacco al posto di Mauro, colpito pochi secondi prima da Esposito con un cazzotto. La sostituzione non è piaciuta a quelli del San Mauro, che a fine partita, tecnico Christian André in testa, si sono scagliati contro la panchina rarinantina lamentando una presunta mancanza di rispetto.“Non è stato assolutamente un atto irriguardoso o irridente”, la spiegazione di coach Elios Marsili. “Negli ultimi minuti, nonostante il risultato fosse segnato, volavano ancora parecchi colpi duri ad indirizzo dei miei giocatori. Nella prossima giornata giocheremo uno scontro diretto fondamentale, quindi non ho voluto rischiare che qualcuno dei miei potesse rimediare cartellini rossi per eventuali falli di reazione. Tutto qui. Mi dispiace se qualcuno ha interpretato maliziosamente la mia scelta tecnica: sono nella pallanuoto da diversi annetti e nessuno ha avuto mai nulla da ridire sulla mia correttezza”. Poi sulla prestazione dei suoi: “Abbiamo giocato una prova super, già prima della brutalità eravamo ampiamente avanti. Ora pensiamo alla prossima, mancano altre sei finali”. La Schüco Cargomar Rari Nantes Napoli tornerà in vasca sabato 22 aprile, dopo la sosta per le festività pasquali, alla Scandone contro la Zeronove Roma in uno scontro diretto di capitale importanza per il destino del campionato.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments