ARZANO – Tutto facile per la Luvo Barattoli Arzano che conquista agevolmente la vittoria nel derby con il Napoli Volley. Il match ha avuto un solo padrone ed il risultato finale è l’esatto specchio di quello che si è visto in campo.

“Ci serviva una prova di carattere –spiega Nello Caliendo- serviva riprendere a fare bottino pieno e le ragazze hanno risposto nel migliore dei modi a quello che avevamo chiesto durante la settimana. Abbiamo dimostrato di essere in grado di scendere in campo e mettere sotto gli avversari con convinzione e caparbietà”.L’andamento del primo set rispecchia quelle che sono le previsioni della vigilia con la Lu.Vo. Barattoli che aggredisce le ospiti fin dal primo punto. Come in occasione della gara con il Montella, le percentuali in attacco non aiutano le napoletane che chiudono con uno striminzito 29% contro il 63 delle padrone di casa. Tutte le ragazze di Caliendo vanno a segno con regolarità. Dei sedici punti messi a segno dalle ospiti, quattro arrivano da errori in battuta e tre da attacchi terminati fuori.All’inizio del secondo set torna in campo soltanto la Luvo Barattoli Arzano. La squadra di Loparco invece non riesce a realizzare nemmeno un cambio e si arriva al primo stop sul punteggio di 8-0.Sul 9-0 l’ex arzanese Maria Ammendola prende il posto di Voluttoso ed arriva il primo punto delle napoletane.Con un vantaggio così ampio alla Luvo Barattoli non resta che amministrare. C’è il tempo per dare spazio a Simona Pinto che subentra a Maresca mentre sul 20-11 è Russiello a subentrare a Lauro.Le ospiti ne approfittano per recuperare qualche punto. Un attacco fuori di Claudia Muzio è il punto che offre il set-point all’Arzano che subito dopo trova la vittoria.Incerto e sorprendente il terzo set. Coach Caliendo torna all’antico schierando di nuovo Maresca e Lauro mentre Loparco conferma Ammendola nel sestetto titolare.La Luvo Barattoli non è devastante come nella frazione precedente e le napoletane ne approfittano per accumulare qualche punto di vantaggio (4-7). La reazione di Arzano è immediata. Si arriva al primo time-out tecnico con le padrone di casa di nuovo in vantaggio (8-7).La gara continua in equilibrio fino alle battute decisive (22-21). Figini, buona la sua prova, riporta il match in parità.E’ l’ultimo guizzo ospite. Lauro riconquista il vantaggio ed un errore di Moretti sotto rete chiude il match.“Sono soddisfatto di questa affermazione –conclude coach Nello Caliendo- è la prova che quando si lavora con convinzione i risultati arrivano sempre”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments