Giusy_Astarita

ARZANO- La Luvo Barattoli Arzano si ricorda di essere una big della serie B1 femminile e compie una piccola impresa in casa della corazzata Giovolley Aprilia. Un punto strappato in trasferta ad una delle migliori squadre di questo campionato è impresa degna di nota. Anzi con un pizzico di fortuna in più il sestetto di Paolo Collavini di punti ne poteva strappare tre.

“La risposta della squadra -sottolinea a fine partita il presidente Raffaele Piscopo- è stata buona. Abbiamo giocato punto a punto e in più di una occasione abbiamo saputo sfruttare al meglio le piccole sbavature della grande squadre che abbiamo affrontato in campo avverso. Avevo detto alla vigilia che oggi cominciava un altro campionato, l’Arzano ha cambiato marcia e adesso ci darà altre soddisfazioni”.

Avesse cominciato con il passo giusto in ricezione probabilmente anche l’esito finale del primo set, terminato 25-22, in favore delle padrone di casa sarebbe stato diverso.

Il pareggio arriva al termine di una seconda frazione altrettanto equilibrata (24-26), grazie ad un aces messo a segno da Giusy Astarita. Il servizio ancora una volta croce e delizia, troppe le battute sbagliate. Alla fine saranno addirittura: 17, anche nel tie-break ci sono stati errori e tutte le giocatrici andate al servizio ne hanno sbagliata almeno una.

Ribaltone completato alla fine del terzo set. Voluttoso (19 punti totali) e Campolo (15) aiutano la stessa Astaria (21) e Neriotti (14) a mettere a terra le palle vincenti. Anche Passante fa la sua parte chiamata in causa da una lucidissima Coppola.

Il momento migliore dell’Arzano alla metà del terzo set (8-16). Un vantaggio che consente di amministrare e contenere il ritorno delle padrone di casa che non completano l’opera (23-25).

Il pareggio arriva però alla fine del quarto set. La Giovolley recupera e ritorna in partita (25-23). Qualche recriminazione per le palle dubbie assegnate tutte a vantaggio della squadra di casa. Lotta senza quartiere anche nell’ultimo set. La Luvo Barattoli Arzano lotta fino all’ultima palla e oltre ad aver strappato un punto, conquista anche l’applauso dei veri appassionati di volley.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments