FASE_DI_GIOCO

PEDARA (CT) – La C.M.O. FIAMMA TORRESE  perde l’imbattibilità  in Sicilia, contro la PLANET STRANO LIGHT, una delle formazioni costruite per il salto di categoria.Le atlete di Torre Annunziata, però, non hanno demeritato, comandando per lunghi tratti l’incontro, perso solo al tie-breack, dopo essere riuscite ad andare in vantaggio per 2 set a 0.

Il primo set preannuncia già che sarà una battaglia e le due formazioni, dopo una prima fase di studio, cominciano a mettere in mostra quanto di buono dicono gli addetti ai lavori.A metà di questo parziale, la C.M.O. FIAMMA TORRESE riesce a conquistare un piccolo vantaggio che permetterà alla squadra di Adelaide Salerno di portare a casa il set.Nel secondo parziale la C.M.O. FIAMMA TORRESE domina su tutti i fronti, schiantando le padrone di casa con un armonioso gioco corale che esalta le qualità del sestetto in campo.La PLANET STRANO LIGTH, però, non ci sta a perdere e dalla terza frazione inizia un lento ma costante recupero, fino ad arrivare, dopo 2 set combattutissimi, al tie- break.Il quinto set non ha storia: le padrone di casa,  galvanizzate per aver riagguantato in extremis una partita che sembrava persa e spinte dal pubblico in delirio, chiudono in crescendo, mentre la C.M.O. FIAMMA TORRESE non riesce ad essere brillante come ad inizio match.Davvero un peccato per le atlete di coach Adelaide Salerno che tornano a casa con un solo punto, dopo aver assaporato per lunghi tratti il sapore della vittoria.Una sconfitta che, però, non ridimensiona il magnifico lavoro fatto dalla società e dallo staff tecnico oplontino, che ha costruito un gruppo valido tecnicamente ma, soprattutto, formato da vere combattenti.  L’head-coach della C.M.O. FIAMMA TORRESE, Adelaide Salerno, commenta l’incontro: “Perdere così fa male- dice-, anche perché ad un certo punto avevamo la vittoria in pugno. Comunque abbiamo dimostrato di non essere inferiori a una delle formazioni accreditate al salto di categoria. Purtroppo nello sport, come nella vita, un centimetro o una frazione di secondo sono la sottile linea di demarcazione tra il successo e la sconfitta”. “Sono orgogliosa delle mie ragazze- conclude- per quanto hanno fatto vedere. Non è stata una settimana semplice ma siamo riuscite lo stesso a dare il meglio in campo. Ringrazio le atlete, lo staff tecnico e dirigenziale e quanti ci sono sempre vicini anche nei momenti di difficoltà”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments