NAPOLI (di A.C.) – E’ partita la Rainbow Cup, ovvero il Pro 14 celtico allargato a 4 squadre sudafricane, ma pure questa volta il virus ci ha messo lo zampino.

Questo Pro 14 allargato era stato pensato per rimediare alla voragine di partite non giocate durante l’ultimo anno, ed era l’occasione per far giocare ad un alto livello le 4 migliori squadre sudafricane in vista del Lyons Tour, quest’anno a casa loro.

Purtroppo si disputeranno, per motivi sanitari, due gironi separati, uno in Europa ed un’altro in Sudafrica. Tant’è ma si è comunque partiti, ed alla grande per le due italiane.

Venerdì scorso hanno cominciato, perdendo 18-24 in Scozia, le Zebre. La partita è stata assai equilibrata ed abbiamo visto le Zebre ancora in crescita. Manca ancora poco per essere stabilmente a questo livello. Abbiamo visto un gioco ben raccordato ed una tenuta in tutti i reparti fino alla fine della gara. Con un episodio in più o una maggiore presenza in difesa sulla linea dei tre quarti poteva finire diversamente. ALmeno stavolta le Zebre hanno chiuso con 1 punto di bonus.

Sabato si è giocata invece Benetton-Glasgow Warriors, qui i Leoni hanno vinto per 46-19, realizzando anche il punto di bonus offensivo. Pur essendo la prima giornata Benetton è al primo posto con altre tre squadre. La partita è stata bella per tutti gli 80 minuti, la superiorità dei Leoni è stata costante tranne per un breve periodo dove il Glasgow, con il proprio passo, è riuscito a realizzare 19 punti. Benetton presente in ogni momento della partita, errori prossimi allo zero e falli pochissimi, disciplina rovinata dal solo Garbisi (ottima prova in tutto) che si è preso un cartellino giallo ma la rimonta era oramai impossibile per gli scozzesi. Niccolò Cannone è stato Man of the match da seconda linea con due mete realizzate. Anche qui la squadra è in costante crescita e l’integrazione tra giovani ed internazionali sta andando per la strada maestra. Per la cronaca in Scozia i giornali hanno definito la sconfitta dei Warriors come “umiliante”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments