NAPOLI – Dai 19 gol incassati a Catania all’unica rete subita contro la Cesport, per giunta sul punteggio di 7-0: cambia completamente volto, ovviamente in meglio, la Carpisa Yamamay Acquachiara, alla quale fa indubbiamente bene il ritorno davanti al pubblico amico, il cui affetto è stato compensato da un’ottima partita nelle retrovie di Tozzi e compagni. Ovvero quello che pretendeva Mauro Occhiello dopo l’imbarcata di gol in Sicilia. Perfetta la tenuta difensiva dei biancazzurri, all’altezza della situazione anche la partita di Rossa, che ha fatto una serie di parate importanti.
Anche in attacco gli Ach Men hanno risposto alle attese del tecnico, e in particolare Iula, che nel primo tempo ha fatto due gol e nel terzo l’assist per il 4-0 di Mauro. Di Langjevicz, con una girata dal centro, il primo gol del match, realizzato dopo tre minuti di gioco.
La Cesport ha cercato di reagire, di opporsi ad una superiorità degli avversari apparsa evidente sin dalle prime battute di gioco, ma i gol hanno continuato a finire alle spalle del pur bravo Cappuccio: il 5-0 di Manuel Occhiello, il 6-0 di Tozzi (sempre a segno in tutte le partite disputate finora), il 7-0 di Briganti, tornato in acqua grazie ad una maschera protettiva, e l’8-1 di Mauro che ha chiuso la gara. Sul 7-0, dopo un digiuno durato 35 minuti di gioco effettivi, l’unica rete degli ospiti messa a segno da Esposito con un bel tiro a uomini pari.

Lascia una recensione

  Subscribe  
Notificami