CASORIA – Una Cargomar Rari Nantes Napoli imbottita di giovani cede con l’onore delle armi alla San Mauro nel derby della piscina Alba Oriens di Casoria. Finisce 12-3 per la formazione di casa, lanciatissima verso la conquista dei playoff. Applausi, però, anche per la Rari, che sabato prossimo contro la Jesina si giocherà tutte le chance di annullare il segno meno in classifica.
Partita ben interpretata da entrambe le squadre: Rari con cinque ‘senior’ nel sette di partenza, San Mauro con tanti ragazzi del vivaio in acqua nel corso del match. Ne viene fuori un confronto a tratti gradevole, con rapidi capovolgimenti di fronte e tante possibilità di mettersi in mostra per giovani e giovanissimi. Un match che vede la Rari addirittura in vantaggio al termine della prima frazione, grazie alla zampata di Pollio con l’uomo in più. Nel secondo tempo, però, comincia lo show di Esposito, che con quattro gol guida i suoi verso un rassicurante 5-1: a fine gara saranno cinque le reti per il giocatore con la calottina numero 3 della San Mauro. Anche il terzo periodo è caratterizzato dall’allungo della squadra di casa (9-1), ma c’è gloria pure per Pezzullo che neutralizza un tiro di rigore. Nell’ultimo quarto, poi, la doppietta di Napolitano rende meno pesante la sconfitta per la Cargomar, in un match che si chiude con una prodezza dalla lunga distanza dell’ex Riccitiello.
“Sono molto soddisfatto dalla crescita dei più giovani, soprattutto di quelli che hanno avuto maggiore spazio nel corso di questo campionato”, sottolinea a fine gara coach Marsili. “Probabilmente i nostri avversari non hanno spinto al massimo, ma abbiamo interpretato la partita nel modo giusto: ci giocheremo tutto sabato prossimo contro la Jesina, dove proveremo a tutti i costi a strappare un risultato positivo”. Quindi una riflessione sui giovani e un invito: “La serie B dovrebbe essere un trampolino di lancio per i ragazzi dei vivai, bisognerebbe incentivare e tutelare il loro impiego in questo campionato. I progressi dei miei ragazzi, evidenti per diversi elementi rispetto alle prestazioni di inizio anno, si notano perché stanno avendo la possibilità di giocare con una certa regolarità. Sarebbe intelligente se si ponesse un limite di età in B e ci fossero meno vincoli nei doppi tesseramenti, dando così l’opportunità a tanti ragazzi di giocare con continuità in una categoria importante come questa: di fatto – conclude Marsili – per come è strutturato oggi, il campionato Under 20 serve a poco”.
Nell’ultimo turno di campionato, sabato 25 maggio, la Cargomar Rari Nantes Napoli affronterà la Jesina ancora a Casoria.

Lascia una recensione

  Subscribe  
Notificami