NAPOLI – L’attesa è agli sgoccioli. Sabato 23 ottobre, presso il riqualificato campo “Sgarrupato” del parco Ventaglieri, la città di Napoli ospiterà la finale del Red Bull Neymar Jr’s Five. Il torneo di calcio a 5, che porta il nome della stella brasiliana ed è riservato a ragazzi e ragazze di età compresa tra i 16 e i 35 anni, vedrà competere le migliori squadre italiane che nelle scorse settimane hanno superato le rispettive tappe locali (Bari, Salerno, Palermo, Catania e Napoli).

A partire dalle ore 11.30 alle ore 15 si svolgerà la fase a gironi; dalle ore 15 alle ore 20.30 si entrerà nel vivo della giornata, con la fase finale del torneo nazionale. A rendere ancora più emozionanti le sfide sono le regole semplici e innovative: si gioca 5vs5, per 10 minuti di tempo e senza portieri. Il format prevede che per ogni goal segnato, la squadra avversaria perda un giocatore: l’obiettivo è quindi buttare fuori tutti gli avversari.
Ospiti speciali della giornata saranno i ragazzi di “Che fatica la vita da bomber”, una delle community di sport più importanti del panorama social, diventata ormai un punto di riferimento per giocatori di Serie A e di primissimo livello.

Cornice dell’evento sarà il riqualificato campo “Sgarrupato” del parco Ventaglieri, situato nel quartiere di Montesanto. Vera e propria opera d’arte urbana, è stato realizzato grazie alla tecnologia di Mapei, che lo ha trasformato in un campo da gioco dalle elevate prestazioni tecniche, in particolare un’ottima resistenza allo scivolamento, e dall’eccezionale resa estetica, grazie a colori brillanti che dureranno nel tempo.
Il campetto verrà rinnovato anche grazie all’aiuto dell’artista locale Zeus40 che raffigurerà San Gennaro, santo protettore della città, in veste di uomo che va a giocare con i bambini del quartiere: dietro il protagonista sarà visibile anche la scritta “Napul’è”, forte richiamo al capoluogo campano. I lavori di riqualificazione saranno ultimati alla vigilia dell’evento.

L’obiettivo è infatti creare un binomio di arte e sport con un forte sfondo sociale: lo “Sgarrupato” è stato scelto proprio perché unisce il concetto di calcio da strada con la passione dei ragazzi napoletani per il calcio. La riqualificazione del campo vuole dare nuova vita a spazi urbani in degrado, rendendoli accessibili e durevoli nel tempo.

I lavori di riqualificazione sono stati patrocinati dal comune di Napoli e dalla Municipalità 2 della città metropolitana. Fondamentale è stato anche il contributo dell’associazione “Sii turista della tua città”, che da tempo si occupa di attuare un processo di valorizzazione culturale, sociale e artistica del patrimonio artistico culturale dell’intero territorio campano. Nel caso del campo “Sgarrupato”, una volta terminata la manifestazione, si occuperà della pulizia del parco, organizzando nei prossimi mesi dei tour a tema street art nel parco, oltre a piantare diversi alberi nelle zone più abbandonate.

Appuntamento a sabato 23 ottobre per la Finale Nazionale in Italia. La squadra vincitrice di ogni nazione volerà poi in Qatar per la finale mondiale: il premio finale per il team campione sarà l’opportunità di giocare una partita di calcio contro la superstar brasiliana.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments