NAPOLI – E’ macchiata da un incidente diplomatico, sicuramente evitabile, l’avvio di Universiade Napoli 2019.

Alla conferenza stampa di presentazione dell’evento, nel Media Center della Mostra d’Oltremare, non era presente il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, nonostante fosse atteso.

Il motivo ha spiegato il suo staff e ha confermato la Fisu, è che il primo cittadino non avrebbe potuto rivolgere il saluto della città.

“Non possiamo assistere alla censura nei confronti della città – commenta il capo di gabinetto Auricchio- a cui è stato impedito di svolgere un intervento di benvenuto al popolo delle Universiadi.

Domani alle 12,30 il sindaco ha indetto una conferenza stampa nel Municipio di Napoli. Mi sembra paradossale che occorra faticare per dare la giusta rappresentatività al primo cittadino in un contesto di una kermesse che portà il nome della città”.

Qualche minuto dopo il suo intervento, anche il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca ha lasciato il tavolo della conferenza stampa.

Tra due giorni, il 3 luglio, allo stadio San Paolo è in programma la cerimonia d’apertura, curata da Marco Balich.

Sfileranno anche le 118 delegazioni iscritte, per un evento internazionale di convivenza e speranza. Il generale e consigliere regionale Carmine De Pascale ne è convinto.

Impianti ok e gestione delle delegazioni che fino ad ora non hanno comportato alcuna criticità.

Il commissario straordinario, Gianluca Basile è entusiasta.

E domani sera è in programma anche l’importante cerimonia di intitolazione a Massimo Della Pergola della sala stampa, cerimonia organizzata da Ussi e Aips.

Il presidente, Gianni Merlo, ne evidenzia l’importanza.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments