NAPOLI – Un pari per continuare a sperare. Il Tennis Vomero chiude 3-3 la sfida casalinga di andata dei playout per la permanenza in serie A1 con il TC Italia Forte dei Marmi. Pareggia una maratona lunga quasi dodici ore, iniziata alle 10 del mattino e conclusa poco prima di mezzanotte, giocata nella struttura coperta dell’Accademia Tennis Napoli ad Agnano, visto il maltempo che ha reso ovviamente impraticabili i campi del Tennis Vomero di via Rossini fin dalla notte tra sabato e domenica. Adesso il club del presidente Carlo Grasso e del diesse Marino Carelli saranno di scena nella sfida di domenica 1 dicembre in Toscana, dove servirà vincere o comunque pareggiare, per poi giocarsi tutto nel doppio di spareggio sull’eventuale 3-3.

Ad Agnano il Vomero difende l’imbattibilità interna in A1 (4 sfide: una vittoria e tre pareggi) combattendo come un leone. I quattro singolari finiscono 2-2 grazie alle splendide vittorie di Gianmarco Cacace, ormai un leader della squadra nel ruolo di numero 4. Cacace ha piegato Monio Gomar con una rimonta di forza, 4-6 6-4 6-1. L’altro punto del Vomero era arrivato da un finalmente tonico Gianluca Di Nicola che disputava la più bella partita da quando è in A1 con i napoletani, battendo 7-6 (10-8) 6-3 l’ex top 300 del mondo Walter Trusendi. Peccato, invece, per Giuseppe Caparco, capace di vincere il primo set 7-6 contro Furlanetto, per poi cedere 3-6 7-6 6-1. Cedeva anche lo spagnolo Daniel Gimeno Traver, contro il più forte Lorenzo Sonego, 6-4 6-3. Curiosa la coincidenza: l’azzurro di coppa Davis e già top 50 del mondo un anno fa aveva inaugurato proprio la struttura coperta dell’Accademia Napoli del presidente Mauro Sarnella, in una esibizione con Matteo Berrettini.

Nei doppi Gimeno Traver con Facundo Juarez, tenuto a riposo in singolare, conquistavano il terzo punto del Vomero, 5-7 6-2 10-7 al super tie break conclusivo; niente da fare invece per Caparco-Capace contro il più forti Sonego-Trusendi 6-2 6-1. C’erano ancora oltre duecento persone ad Agnano per tifare Vomero quasi a mezzanotte. Segno che in questa serie A1 il club collinare ci crede ancora tanto. Domenica 1 dicembre si replica in Toscana. Sarà una battaglia.

Lascia una recensione

  Subscribe  
Notificami