casa popolare

SAN GIORGIO A CREMANO – Consegnata la seconda casa appartenente agli alloggi I.A.C.P. ad una famiglia sangiorgese.

Un altro sogno che si realizza, questa volta per Raffaele, 65enne di San Giorgio a Cremano, disoccupato che, dopo aver vissuto in auto e in alloggi di fortuna, ha finalmente ottenuto un appartamento dove vivere dignitosamente.

La casa si trova in Corso Umberto I e gli è stata consegnata questa mattina alla presenza dell’Assessore al Patrimonio, Pietro De Martino e di Salvatore Duraccio, funzionario I.A.C.P.

E’ il secondo appartamento “popolare” che viene attribuito ad una famiglia sangiorgese dopo quello dello scorso luglio consegnato ad una vedova con tre figli.

Da allora è stata sbloccata l’empasse, che durava da 30 anni e oggi un’altra famiglia può festeggiare il conseguimento del diritto alla casa.

L’iter dell’assegnazione di questo appartamento è durato poco più di 48 ore dall’attivazione della procedura. Un record riconosciuto anche dall’Istituto Autonomo Case Popolari che si è complimentato con l’amministrazione guidata dal sindaco Giorgio Zinno.

E’ stato proprio il Primo Cittadino infatti ad avviare immediatamente il percorso di attribuzione, dopo che l’I.A.C.P aveva comunicato che l’alloggio era libero.

Primo in graduatoria risultava un nucleo familiare composto da 8 persone che, una volta convocato, ha rinunciato in quanto l’appartamento non era idoneo alle proprie esigenze. Secondo, il signor Raffaele che ora non dovrà più cercare un posto dove dormire e vivere come ha fatto per molto tempo.

“In pochissimo tempo siamo riusciti a consegnare un’altra casa ad una famiglia che ne aveva necessità – ha detto il sindaco Giorgio Zinno – ed ogni volta è sempre una bella emozione.

Il diritto alla casa dovrebbe essere garantito a tutti. Ed è per questo che insieme all’I.A.C.P. lavoriamo in maniera tempestiva, nell’ottica del controllo e della legalità, cercando di dare una risposta alle esigenze delle famiglie che versano in condizioni di difficoltà”.

D’accordo Michele Carbone, vicesindaco e assessore alle Politiche Sociali: “Siamo uno dei pochi comuni ad avere una graduatoria permanente delle famiglie aventi diritto all’assegnazione di alloggi di edilizia residenziale pubblica, ai sensi della legge regionale 18/1997.

Questo ci consente di essere veloci nelle procedure e garantire il diritto alla casa a chi ne ha veramente bisogno”.

“E’ stato un momento commovente – continua Pietro De Martino – ed è per noi una gratificazione sapere di aver aiutato una famiglia in difficoltà che per la prima volta ha ottenuto un appartamento, soprattutto se consideriamo che Raffaele è un uomo separato con 3 figli, che vive di espedienti per sopravvivere. Conosco l’assegnatario, come gran parte dei miei concittadini e so che ha avuto una vita non sempre facile. Un altro motivo di soddisfazione, in quanto sarà per lui sicuramente una occasione di riscatto”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments