SAN GIORGIO A CREMANO – Servizi digitali per il cittadino. E’ attiva, per i cittadini di San Giorgio a Cremano, la app “IO” per interagire semplicemente e da casa con la pubblica amministrazione. Con questa app, scaricabile dagli store online per Android e Apple, si possono pagare i tributi, esaminare la propria posizione contributiva, richiedere certificati, ottenere avvisi di scadenze, consultare servizi e documenti, tutto comodamente da casa, senza doversi recare di persona presso gli uffici comunali preposti.

Attualmente, grazie all’assessorato guidato da Giuseppe Giordano, il comune di San Giorgio a Cremano è tra i primi 70 in tutta Italia ad aver attivato questa piattaforma, consentendo quindi ai sangiorgesi di essere tra i pochi a poter usufruire di tale opportunità. Mai come in questo periodo, in cui la digitalizzazione è fondamentale, la piattaforma IO è essenziale all’interno del processo di semplificazione della PA e verso la realizzazione dell’idea di Smart City che il Primo Cittadino aveva inserito all’interno del nostro programma di governo.

Attualmente, registrandosi sulla app con le credenziali SPID o con la Carta d’Identità Elettronica (CIE), si possono trovare i servizi relativi alla Tari e all’Imu; presto vi sarà anche la possibilità di richiedere certificati anagrafici e altri servizi utili al cittadino. Inoltre la app IO, realizzata dal Ministero, consente di accedere a servizi nazionali, quali bollo auto, cashback, bonus ministeriali ecc…

“Con questa app, vogliamo introdurreuna nuova visione dei servizi pubblici, completamente centrata sui bisogni dell’utente e seguendo dinamiche che rendano più efficiente la vita del cittadino – spiega il Sindaco Giorgio Zinno. In poco tempo stiamo gettando le basi per una società più moderna e più vicina alle esigenze attuali e future dei cittadini.”.

“L’obiettivo è una nuova visione di città, più efficiente e più semplice. Questo è solo il primo passo – conclude Giuseppe Giordano. I prossimi saranno la mobilità sostenibile e interventi sulle energie rinnovabili”.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments