21.2 C
Napoli

Tari, bando per la riduzione della tassa sulle le utenze domestiche per andare incontro alle famiglie in difficoltà

-

SAN GIORGIO A CREMANO – Tari, bando per la riduzione della tassa sulle le utenze domestiche per andare incontro alle famiglie in difficoltà.

Approvato il nuovo regolamento per la dilazione dei pagamenti arretrati fino a 60 mes

“Cari concittadini, anche quest’anno abbiamo approvato, d’accordo con l’Assessore Giuseppe Giordano, il bando per la riduzione della Tari per le utenze domestiche per chi è in difficoltà.
Confermate le tariffe Tari degli anni precedenti; della riduzione massima del 50% di quanto dovuto, potranno usufruire i nuclei familiari il cui indicatore della situazione economica 2023 (ISEE) è inferiore o pari a 5 mila euro.

Rispetto al precedente regolamento il parametro di riferimento è l’ISEE e non l’ISE, al fine di ampliare la platea dei beneficiari che comunque potrà vedere accolta la richiesta di o ad esaurimento della cifra stanziata.

La domanda va presentata a partire dal 2 aprile ed entro il 12 aprile 2024, scaricando il modello al seguente link: https://www.comune.sangiorgioacremano.na.it/kweb/sito/sangiorgioacremano/documenti/1244341-iuc-imu-tari-tasi
oppure ritirandolo presso l’ufficio URP in piazza Carlo di Borbone, dal lunedì al venerdì – dalle 8.00 alle 13.00 e il martedì e il giovedì anche dalle 14.00 alle 15.00.

L’istanza va presentata presso l’Ufficio Protocollo Generale, oppure inviata via pec a tributi@cremano.telecompost.it
Restano confermate le scadenze per la rateizzazione che sono: 31 maggio; 31 luglio; 30 settembre e 30 novembre.
Oppure è possibile pagare in una rata unica entro il 31 maggio 2024.

Inoltre, in Consiglio comunale è stato approvato il nuovo regolamento in base al quale coloro che hanno pagamenti arretrati da saldare, possono dilazionare il pagamento fino a 60 mesi, con una rata minima di 100 euro.
Sono state anche individuate le riduzioni tariffarie per le utenze commerciali che smaltiscono rifiuti speciali con abbattimenti fino al 40 % della superficie tassabile.

Sempre per le utenze non domestiche è stata prevista altresì una riduzione massima del 90% a sostegno delle nuove aperture per un periodo massimo di tre anni (che verrà disciplinata da apposita delibera di giunta comunale nei limiti degli stanziamenti di bilancio).

Quest’ultima agevolazione ha l’obiettivo di incentivare nuove aperture in determinate zone della città, al fine di ampliare l’offerta commerciale sul territorio”.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x