1382251005-violenza-donne3

MADDALONI – Segregata in casa, picchiata con un bastone e violentata, a turno e in gruppo da tre aguzzini che hanno pure filmato gli abusi.

E’ la drammatica storia, che incrocia stalking, “revenge porn” e violenza sessuale, scoperta dalla Polizia di Stato e dalla Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere (Caserta), che ha portato all’arresto di due uomini e una donna; la vittima è una 22enne del Casertano affetta da grave deficit cognitivo.

A rivolgersi alla Polizia, in particolare al Commissariato di Maddaloni, è stato il padre della ragazza, preoccupato perché la figlia era scomparsa dalla sua abitazione.

“Una ragazza del Casertano con un deficit cognitivo grave è stata ripetutamente abusata da tre criminali. È inaccettabile! Per questi mostri chiediamo la galera a vita e nessuno sconto di pena.

Non è possibile pensare che nelle città della nostra Regione – ma in nessun altro luogo – una ragazza disabile possa essere stuprata ripetutamente da persone che dovevano essere in carcere. Si tratta di un episodio gravissimo, sul quale le forze dell’ordine sono intervenute prontamente.

Ma ora tocca alla politica agire perchè fatti così gravi non si ripetano, a tutela della vita dei più fragili garantendo la certezza della pena”. Lo scrive in una nota Severino Nappi, consigliere regionale della Lega in Campania

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments