carcere_7

ASNT’ANTIMO – Confermato in Cassazione l’ergastolo per il boss Pasquale Puca detto “’o minorenne.

Puca è ritenuto il mandante dell’omicidio di Francesco Verde detto “o negus”, suo rivale, che è stato ucciso a Casandrino il 28 dicembre 2007, mentre tornava a Sant’Antimo dopo avere apposto la sua firma nel commissariato di Frattamaggiore.

“Sentenza giusta e doverosa, è questa la linea da seguire per i boss e di camorristi: galera a vita. Puca aveva solo 16 anni quando entrò a far parte del clan Ranucci, quindi parliamo di una persona cresciuta nella camorra. Per contrastare in maniera decisiva il fenomeno camorristico serva la certezza della pena, severità all’interno delle carceri e niente privilegi e concessioni per i boss a cui bisogna, invece, togliere potere e tagliare le linee di comunicazioni con l’esterno. In poche parole: tolleranza zero per boss e camorristi.”- dichiara il Consigliere Regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments