Covid, rete ospedaliera in crisi. Molti ricoveri nelle ultime 72 ore (VIDEO)

    0

    NAPOLI – Aumentano i ricoveri da Covid nelle strutture sanitarie regionali.

    Situazioni allarmanti, così le hanno definite i direttori sanitari si stanno verificando nelle ultime ore specie nella zona Vesuviana dove l’emergenza pandemica sta mettendo a dura prova il sistema di tenuta dei nosocomi.

    Molti accessi si stanno registrando da sabato nei pronto soccorso di Castellammare di Stabia e Nola, al punto da indurre la Asl a ipotizzare un ampliamento dell’hub di Boscotrecase, dove però si sono superati i cento posti letto.

    Situazione critica all’ ospedale “San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona'” di Salerno.

    Al momento sia le due terapie intensive Covid che le aree destinate alla degenza sono sature, ma non si registrano code di ambulanze all’esterno dell’ospedale.

    Leggermente migliorata la situazione al Covid Hospital di Scafati (Salerno).

    Stando a quanto si apprende da fonti sanitarie, da qualche giorno non si registrano più le code di ambulanze che, nelle scorse settimane, avevano costretto i pazienti a lunghe attese per ottenere il ricovero.

    A Napoli Saturo il Cotugno mentre regge ancora il Cardarelli.

    Priosegue tra la diffidenza dei cittadini il piano vaccinale anche se nelle ultime 48 si è notata una forte diserzione rispetto al vaccino Astrazeneca.

    Ieri, infatti, sono stati convocati dall’Asl Napoli1 2500 lavoratori del settore sanitario, tra ordini professionali, cliniche private e altri settori sanitari.

    Di questi tra la Stazione Marittima e la Mostra d’Oltremare si sono presentati 1.042 cittadini, cioé il 41.68%. Gli assenti sono stati 1.458.

    Intanto ieri è arrivata in Campania la prima parte della spedizione settimanale di 120.000 dosi di vaccino Pfizer che si concluderà con la seconda parte in arrivo oggi.

    Dovrebbero finire i disagi che si sono registrati presso l’unico centro vaccinale di Giugliano (Na).

    L’Asl Napoli 2 Nord sta allestendo nuove strutture che si affiancheranno a quell’unica finora esistente presso il poliambulatorio di via Basile, a Giugliano. Realizzare un centro vaccinale nelle strutture di pertinenza dell’Eav.

    È l’idea del presidente dell’azienda di trasporti Umberto De Gregorio, contenuta in una lettera inviata oggi al governatore della Campania Vincenzo De Luca.

    E mentre si cerca di combattere la pandemia sono ancora troppe le persone denunciate per la non ottemperanza delle normative anti covid. In 48h oltre 200 denunce tra Napoli e Provincia e ben 4 feste di compleanno interrotte dalle forze dell’ordine.

    0 Commenti
    Inline Feedbacks
    View all comments